Il Grillo canta sempre al tramonto: Dario Fo, Beppe Grillo, Gianroberto Casaleggio

Nel clima politico instabile che stiamo attraversando siamo tutti chiamati a votare. Mentre conosciamo i classici schieramenti di destra e di sinistra ci è piaciuto fare chiarezza sul movimento 5 stelle. Così abbiamo letto il testo, scritto a tre mani, da Dario Fo, Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio: una bella conversazione svolta con tanto di umorismo e ironia e ambientata nella Grecia classica di Atene. Giusto per ricordare il modello di democrazia di quel tempo, dove si discuteva passeggiando delle vicende che riguardavano la nazione.
Ed è in questo clima ideale che il Premio Nobel invita i suoi interlocutori a parlare dei principi che il movimento si prefigge e come intendono muoversi anche sulla base delle polemiche di questi mesi:

Voi siete in grado di dimostrare che si possono avere dei dirigenti politici che guadagnano meno della metà degli altri e che cambiare la politica è possibile, non è un sogno.

Un excursus dunque, per conoscere in modo chiaro questo nuovo movimento, per far luce sui due personaggi chiave che lo costituiscono. Il primo carismatico, che affascina tutte le piazze d’Italia che afferma:

L’attuale sistema politico ed economico non sta più in piedi. Siamo costretti a pensare a un mondo nuovo. Parliamo di civiltà non di politica. Dobbiamo riprogettare il mondo… Non è meraviglioso?

 Il secondo più enigmatico, misterioso e meno esibizionista:

 Un’idea non è di destra né di sinistra. È un’idea, buona o cattiva

L’intenzione di fondo è la diretta democrazia anche sui servizi civili, e uguaglianza dei cittadini senza privilegi che hanno solo i ricchi. Il tutto servendosi di un bene accessibile a tutti: la rete on line.

Il grillo canta sempre al tramonto
Dario Fo, Beppe Grillo, Gianroberto Casaleggio
Chiarelettere
Pagine 207
Prezzo di copertina € 13,90

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist