Musica – Yukio Mishima

Si basa sulla relazione di un caso clinico di frigidità femminile il testo di Yukio Mishima, considerato uno dei massimi scrittori giapponesi. In Musica, edito da Feltrinelli, i problemi sessuali della donna sono illustrati oggettivamente, senza retorica, senza lasciare spazio all’immaginazione.

I significati simbolici o mitologici riguardanti la sessualità nascono dalle ossessioni della paziente. Nella narrazione si mescolano introspezione e spirito di ricerca scientifico dello psicoanalista.
Il libro si basa su fatti reali che ci schiudono le impenetrabili profondità dell’anima umana in lotta tra l’Io e il Super io.

In una giornata autunnale, Reiko una bella ragazza, colta e agiata, va allo studio del dottor Shiomi Kazunori, uno psicoanalista. La giovane donna comunica al dottore di non riuscire a sentire la musica (metafora dell’orgasmo). Infatti, il suo problema è la frigidità. Da qui inizia l’impervio viaggio per risalire alla causa del problema attraverso i molteplici tentativi, che vengono decritti con una suspense da romanzo giallo e di conseguenza immancabili i colpi di scena.

Le difficoltà del dottore nel districarsi tra verità e bugie della paziente, per giungere alla soluzione di un lontano conflitto irrisolto, che conduce alla stagione dell’infanzia. I continui e sofisticati inganni di Reiko, che nascondono consciamente una realtà difficile da accettare, ma nell’ambito della psicoanalisi autenticità e simulazione assumono entrambi lo stesso valore in quanto espressione tout court di una personalità, della sua ombra e della luce. Il percorso psicoanalitico di Reiko termina con successo, la giovane riesce a sentire la “musica”, è finalmente in grado di ammettere la verità e si libera dal giogo di un’antica e nociva fantasia, guardando semplicemente in faccia la realtà.

Musica
Yukio Mishima
Feltrinelli
Pagine 207
Prezzo di copertina € 7,50

Avatar

Maria Franze'

Author