La scienza del piacere – Paul Bloom

Se qualcuno vuole fare un viaggio tra le stranezze del comportamento umano può dilettarsi a leggere il testo dello psicologo evoluzionista Paul Bloom. Si racconta di attrazioni verso il cibo, l’arte e l’amore ma in maniera inedita: come mai siamo disposti a pagare un sacco di soldi per oggetti di nessun valore, o piangiamo di fronte a film dove conosciamo a priori che si tratta di finzione?

E come mai invece ci rifiutiamo di mangiare cibi che hanno la forma di escrementi e non beviamo in un vaso da notte? Questi interrogativi, ci spiega Bloom, sottolineano come siamo capaci di scegliere ciò che ci piace fare, e, di conseguenza, questa capacità, ci distingue dagli esseri animali ad esempio.

Il libro tende a sottolineare i nostri comportamenti che hanno preso una piega evoluzionistica. E ci induce a una consapevolezza maggiore delle azioni ma soprattutto dei desideri che ci fanno stare bene. Niente da stupirsi però se in futuro potremmo cambiare totalmente i nostri gusti per rimetterci in gioco, azzerando così studi e ricerche secolari.

La scienza del piacere
Paul Bloom
Il saggiatore
Pagine 266
Prezzo di copertina € 22,00

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist