Africa – Valerio Varesi

Lo sfruttamento degli immigrati sembra non avere mai fine, malgrado la storia ci riporta un sacco di esempi non riusciamo a venirne fuori, nemmeno, purtroppo, nei paesi spesso definiti civili. E tra questi c’è l’Italia, alla quale pare che non mancano occasioni di alimentare clandestinità e condizioni disumane. Quello di Valerio Varesi è un racconto di denuncia, crudo, forte, di una realtà ancora a portata di mano.

E di un immigrato si racconta, soprannominato Africa, camionista, che guida un tir vecchissimo, che non può garantire neanche un minimo di sicurezza stradale, la cui esistenza si riduce in pochi spazi, che possono essere le aree di servizio e i piazzali delle fabbriche.

Non ha il potere di ribellarsi, perché uno che ha patito fame e guerra ormai non ha più nulla da perdere, e deve accontentarsi delle due lire che guadagna e delle condizioni disumane in cui viene sfruttato dal suo datore di lavoro.
Un racconto breve ma intenso, che suscita rabbia ma anche impotenza perché a volte sembra di non poter far nulla nemmeno di fronte all’ingiustizia palese. E dove purtroppo il dispiacere e la tristezza non bastano per salvare queste vite.

Africa
Valerio Varesi
Graphe.it
Prezzo di copertina € 2,99

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist