La metamorfosi – Franz Kafka

Quando la famiglia non rappresenta certezze, quando anzi, queste, vengono abbattute, emarginate, isolate volutamente; quando il nucleo dove si cresce diventa pesante, ossessivo, un problema: questo è il filo portante della famosa opera (autobiografica) dello scrittore praghese.
Gregor, nel momento in cui non può più produrre ricchezza, viene escluso da chi lo ha messo al mondo. La sua metamorfosi è servita per una palese realtà che del resto ha sempre saputo ma che finalmente è venuta alla luce di fronte a fatto compiuto.

Ma passo dopo passo la cosa peggiora ulteriormente: abbandonato a se stesso viene definitivamente messo al bando, perché i suoi genitori non hanno di che farsene di lui e dello stato in cui è. Devono guardarsi avanti e pensare a “sistemare” la sorella ormai cresciuta.

Se dapprima rimane un contatto umano-affettivo con un membro familiare, alla fine anche quest’ultimo si spezza, per un lasciarsi andare alle problematiche solo personali e individuali.

Chissà se nella quotidianità che ci riguarda abbiamo a che fare con i Gregor bisognosi di affetto, ma in ogni caso rifiutati persino dalla propria famiglia.

La metamorfosi
Franz Kafka
Edizioni clandestine
Pagine 76
Prezzo di copertina € 5,00

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist