L’insegnante di astinenza sessuale – Tom Perrotta

 

Se un insegnante un giorno entra in classe e, durante l’ora di Educazione sessuale, spiega con naturalezza anche quello che per molti ancora oggi è tabù, ovvero il sesso orale, con parole semplici, disinvolte e naturali, che reazioni potrebbe scatenare? Tra gli alunni probabilmente soddisferebbe tanta curiosità che spesso rimane celata e irrisolta, ma tra i genitori un vero e proprio scandalo.

È ciò che accade infatti intorno a Ruth, l’insegnante-protagonista del romanzo statunitense tanto discusso, scritto da Tom Perrotta. Quello che si racconta è una società progressista ma nello stesso tempo conservatrice, puritana, imbevuta di pregiudizi che non accetta il dialogo inerente argomenti sessuali, alla fine praticati da tutti ma discussi sfacciatamente da nessuno. Si muovono intorno moralismi di tipo intollerante tanto da ridefinire persino i programmi didattici e ricorrere a una campagna in favore dell’astinenza sessuale contro il rischio di gravidanze indesiderate, di salute fisica e psichica in seguito ai rapporti non protetti.

Si scatena una trama complessa dove viene fuori persino lo scontro tra madre e figlia, che, quest’ultima nel frattempo viene indottrinata alla preghiera e all’astinenza dal suo allenatore di calcio, mentre la madre si era mostrata aperta e tollerante.

E si dà vita a una realtà sociale contraddittoria, dicotomica, dove la giustizia morale cammina da sola in base alle influenze più persuasive possibili. Mentre quello che continua a scandalizzare rimane il contesto collettivo che da un lato si definisce evoluto, nell’era di internet, dall’altro si vuole a tutti i costi mantenere riservato, nascosto, silenzioso e propenso al peccato. In sostanza prevale la tendenza a voler a tutti i costi nascondere gli istinti sessuali, oltre che reprimerli, per chissà quale arcano motivo.

 

L’insegnante di astinenza sessuale
Tom Perrotta
Edizioni e/o, 2008
Pagine 408
Prezzo di copertina € 18,00

 

 

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist