Eredità – Chiara Saraceno

Uno studio rivolto all’uso del linguaggio, ai significati reconditi che esso può avere sia usato in contesti familiari sia in contesti formali e sociali. Il saggio di Chiara Saraceno non è altro che uno spunto per promuovere un dialogo tra lettori e autori riguardo un argomento che si riferisce ai beni materiali e a quelli affettivi. Eredità contiene un dibattito molto attuale perché tocca i temi della legge e anche dell’etica.

Non tutte le eredità, infatti, sono come gioielli di famiglia, o capolavori artistici, o reperti archeologici, che vengono tramandati come tali di generazione in generazione. Piuttosto, come già segnalato da Hannah Arendt, sono spesso pratiche, visioni del mondo, ruoli sociali, che sono segnati dal tempo e luogo in cui sono stati elaborati, incluse le relazioni e i conflitti di potere – tra classi, gruppi sociali, generi, etnie – in essi prevalenti. Perciò stesso sono, dovrebbero essere, trasmesse con la consapevolezza della loro storicità: come repertori del possibile, non dell’assoluto, o anche come basi da cui (ri)partire per andare avanti.

Eredi per eccellenza sono le generazioni future, che si vedono inseriti in realtà storico-culturali che non hanno scelto, ma che a differenza di un immobile ereditato dalla famiglia, non possono rifiutare.
Il saggio in questione ci pone di fronte a uno studio sociologico, ma anche storico, economico, etico, culturale in genere, che ha a che fare con la popolazione mondiale, erede da sempre di religione, lingua, etnia ecc. che possono rappresentare una risorsa o un vincolo.

Quando parliamo di eredità solitamente pensiamo a qualche cosa di positivo, che arricchisce materialmente, o emotivamente o intellettualmente. Vi sono tuttavia anche eredità difficili, quando non impossibili, da accettare, salvo che nella forma della presa di distanza critica e della sua elaborazione. Anche di queste eredità è segnata la storia, talvolta individuale, più spesso collettiva. Ignorarle e non elaborarle può provocare più sofferenza che non farci i conti e assumerne i debiti, verso di sé o verso altri.

Un testo aperto alle riflessioni dei lettori, che pone dinnanzi a una domanda fondamentale: come possiamo riconoscere l’eredità che abbiamo ricevuto e trasformarla in una potenzialità?

 

Eredità
Chiara Saraceno
Rosenberg & Sellier, 2013
Pagine 126
Prezzo di copertina € 9,50

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist