Il lato positivo – Lee Jampolsky

Ognuno di noi vorrebbe sempre pensare positivo, dare il meglio di sé e vivere la vita con ottimismo. A parole forse è più semplice ma nei fatti, e quando manca la salute, il bene primario, non sempre è così purtroppo. Debolezza, dolore cronico, disfunzioni sessuali possono produrre tristezza, ansia, depressione, poca voglia di vivere. Eppure qualcosa nel nostro inconscio si può muovere, se solo lo vogliamo. A spiegarci come è lo psicologo Lee Jampolsky con Il lato positivo. Un libro che analizza innanzi tutti i nostri stati d’animo e propone dei principi fondamentali per dire “sì alla vita” e alcune verità per mutare il modo di pensare. In tutto ciò importanti sono gli esercizi di meditazione e visualizzazione che l’autore suggerisce.

È chiaro che quasi tutti abbiamo paura del dolore e della sofferenza, paura dell’ignoto e della morte, ma anche paura della perdita e del cambiamento: l’autore, parlando in prima persona innanzi tutto del suo percorso, della sua malattia e della guarigione, mette in chiaro alcune realtà che non si possono rifiutare. Analizzandole, poi, cerca in qualche modo di alleviarle. Il suo scopo è di far sì che ogni uomo possa ritrovare la gioia di vivere anche nelle situazioni più difficili e lo pone non nella classica maniera teorica ma anzitutto con degli esercizi pratici che tutti possiamo eseguire a casa.

Fare del male, ossia perpetuare la paura, può essere visto come il contrario dell’accettazione. Ferire se stessi o gli altri esseri umani nei modi sopra descritti costituisce il principale ostacolo alla guarigione. Il nostro ego ci dice che contare è il conseguimento di quanto crediamo di desiderare, tuttavia non ci rivela di non avere alcuna idea di ciò che va bene per noi. […] alimentando in continuazione la paura, limita la salute e la guarigione. A guarirci è invece l’Accettazione della vera natura degli altri o di noi stessi oltre ogni comportamento o circostanza fisica, ossia l’Amore.

In sostanza per l’autore affinché possiamo guarire dalle paure che ci affliggono bisogna cambiare il nostro modo di pensare e di stare in linea con l’accettazione, parola chiave della nostra libertà interiore. Attraverso la compassione, il perdono, dolcezza e gentilezza possiamo farcela.

I bambini ormai non hanno più tempo di essere bambini. Già alle medie sono sottoposti a un’ingiustificata pressione e si preoccupano di un futuro che appare incerto, anziché imparare l’importanza di vivere un senso di grazia nel presente, essere incoraggiati ad andare oltre la loro area di competenza senza timore di conseguenze negative e imparare ad attribuire alla sensazione interiore che svolgere un servizio trasmette più importanza rispetto alla convalida esterna.

Quindi con questo testo possiamo intraprendere un percorso che inizia con la malattia, il dolore e la sofferenza, con stati d’animo tristi e pessimisti per poi raggiungere piano piano attraverso esercizi finalizzati alla liberazione, alla consapevolezza, all’accettazione e, quindi, a vincere definitivamente le nostre paure e disagi.

 

Lee Jampolsky
Il lato positivo. Ritrovare la gioia di vivere anche nelle situazioni più difficili
Edizioni Il punto d’incontro, 2013
Pagine 252
Prezzo di copertina € 13,90

 

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist