L’essenziale per il poeta Paolo Cordaro

Paolo Cordaro, affermato poeta di Tivoli Terme, riesce a trasmettere emozioni e ricordi di vita nelle sue opere. Natura, realtà e molto altro nelle sue poesie apprezzate dal pubblico e dalla critica, che lo grazie alle quali ha ricevuto diversi premi in vari concorsi letterari.

Frammenti d’essenza è il suo ultimo libro: perché questo titolo?
È il titolo del componimento che apre la silloge. Versi che descrivono la mia voglia di dare importanza a concetti che normalmente l’essere umano moderno non considera. Non sentirsi superiore, ma diverso. Liberarsi di tutte quelle gravose sensazioni e frantumarle, andando a raccoglierle facendo tesoro di tutto ciò che è essenziale. Questo libro unisce tutte quelle emozionanti impressioni che sono riuscito a “versare”.

La poesia cos’è per lei?
È emozione. È la ricerca dei versi, delle parole giuste, cosa molto difficile, per esprimere chiaramente delle emozioni. È il mio modo di esprimere ogni pensiero senza filtri, senza timore del giudizio altrui e di cosa può pensare il lettore. La mia meta è emozionarmi, se poi tutto ciò fa emozionare chi legge le mie poesie è un’emozione in più.

Una poesia a cui è più legato?
Sicuramente è Giudicatemi l’anima! inserita in questa raccolta. È la mia rivalsa contro tutte quelle persone che amano giudicarmi senza sapere effettivamente chi sono, vogliono che io sia come loro desiderano. È la rivolta dell’imputato che ribalta le accuse, del pagliaccio che è stanco di truccarsi per loro. Di accettare l’uomo con le sue debolezze.

Un poeta classico e contemporaneo che la appassiona?
Amo Ungaretti, Garcia Lorca, ma amo soprattutto la poetica di Marcia Theophilo, donna e artista meravigliosa che ho avuto modo di conoscere personalmente.

Tre aggettivi per descriversi?
Nostalgico, onesto, sensibile.

Progetti futuri?
Cercherò di promuovere il più possibile Frammenti d’Essenza. Farò serate letterarie, e incontri con altri artisti. Faccio parte della Giuria del Premio Nazionale di Poesia Orazio e con la mia supervisione artistica il 30 marzo prossimo ci sarà la cerimonia di premiazione, a Tivoli Terme.

Grazie a …?
Alla mia famiglia che mi sostiene, a Marcia Theophilo, perché in ogni nostro incontro artistico ha dimostrato sempre la sua spassionata approvazione alla mia opera, dandomi i giusti consigli e a tutti gli appassionati di poesia e di ogni forma d’arte che riescono a dare il loro appoggio ad ogni serata, condividendo con noi le proprie emozioni.

Il pubblico come risponde alle sue opere?
Mi ha sempre dato molte soddisfazioni, soprattutto durante le serate dove cerco sempre di creare una sinergia tra poesia, declamazione, musica e arte visiva incontrando il favore del pubblico.

 

Claudia Crocchianti

Claudia Crocchianti

Giornalista pubblicista e scrittrice