Il curioso caso di Benjamin Botton –  Francis Scott Fitzgerald

La sua è una vita al contrario, nasce già vecchio, per morire infante. E, di conseguenza, vive un’esistenza al contrario, prima non compreso, quasi deriso, poi amato, ricercato. Il racconto scritto per la rivista Collier’s e poi inclusa nei Racconti dell’età del jazz.

Il sangue scorreva con nuovo vigore nelle sue vene

Ma quando s’innamora tutto cambia. Come in ogni circostanza, non appena questa forza suprema interviene. Il racconto che divenne film diretto da David Fincher, con un Brad Pitt sempre in forma e accattivante, lascia perplessi. Il curioso caso del protagonista se all’inizio sembra una malattia, alla fine diventa incomprensibile nella logica delle conseguenze empiriche.

Il passato…tutto quanto era svanito dalla sua mente, come sogni impalpabili mai esisti.

Nulla appare come soprannaturale, niente come una strana patologia, ma semplicemente quasi normale, dove i colpiti sono i sentimenti, che per una questione di praticità non possono essere vissuti fino alla fine e come siamo abituati.

L’unica certezza è l’amore che non ha età, e quando lo si riconosce non si cambia per nessuna ragione al mondo, dal punto di vista interiore, mentre si è costretti a scendere a compromessi nella razionalità della vita quotidiana.

 

Il curioso caso di Benjamin Button
F. Scott Fitzgerald
Donzelli, 2009
Pagine 60
Prezzo di copertina €11,50

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist