La congiura dello speziale – Mauro Santomauro

Protagonista assoluta del romanzo in ebook La congiura dello speziale di Mauro Santomauro (Libromania, 2014) è la città di Venezia. La storia racconta un mestiere antico, quello dello speziale, che la Serenissima equiparava alla nobiltà. L’autore è un trevigiano che ha portato nell’opera il suo amore per la città lagunare, ma anche per il suo lavoro, essendo stato farmacista in quella che probabilmente è una delle località più suggestive al mondo. Alla scoperta di una Venezia dalla tradizione ormai dimenticata, e di un mestiere che purtroppo è andato perduto, troviamo pagine intrise di nostalgia per un passato che non abbiamo saputo tutelare né tramandare ai posteri.

Nel tempo, gli Speziali di Venezia accumularono tanta benevolenza e fama- acquisite anche all’estero nell’ideare e allestire medicamenti- che nel 1706 la loro fu definita dal Consiglio dei Dieci (uno dei massimi organi di governo) Nobile Arte e come somma ricompensa veniva concesso, a chi la esercitava, il diritto di sposare una nobile.

Fedora Milano è una giovane giornalista che si è trasferita da Venezia a Roma. Il direttore della  testata per la quale lavora le revoca improvvisamente le ferie e la manda ad intervistare il direttore dell’antica farmacia veneziana “Alla vecchia e al cedro imperiale”. Fondata cinquecento anni prima, è stata luogo di passaggio degli uomini più importanti del mondo. Fa così la conoscenza del giovane Niccolò Bellavitiis, uomo affascinante quanto enigmatico che, con il suo racconto sull’arte della cura, sembra ipnotizzare la ragazza.

Le si parò davanti un giovane, alto e snello, dalla muscolatura proporzionata, ma non eccessiva. I lineamenti erano gradevoli, anche se non eccezionali, valutò la ragazza. L’uomo in camice bianco sembrava avere non più di venticinque anni.

Fedora è presto attratta da un recipiente di peltro, che un tempo serviva per contenere la Theriaca, un composto chimico le cui proprietà sono in grado di cambiare le sorti dell’umanità. Fedora, che nel frattempo ha iniziato una relazione con Bellavitiis, rimane coinvolta in due omicidi. Quello della sua amica Marina Trambaldi, titolare della farmacia “Alla testa d’oro” e, in seguito, della dottoressa Anna Canali, collega di Bellavitiis. I risultati dell’autopsia sono sorprendenti: la Trambaldi, nei suoi ultimi istanti di vita, sembra essere venuta in contatto con un’entità “immortale”. Per risolvere il mistero, è necessario fare chiarezza, e svelare antichi segreti celati per secoli.
Questo romanzo è ricco di riferimenti storici, narrati in maniera piacevole, e con cognizione di causa. Una buona dose d’ironia e termini vernacolari portano ad alleggerire la struttura della storia. Digressioni temporali accompagnano i vari capitoli, e offrono utili delucidazioni al fine di avere un’idea complessiva della vicenda.
Un romanzo molto ben congeniato, che riesce a riportare alla luce l’antico splendore di Venezia, con i suoi reconditi segreti e, al tempo stesso, incarna una storia dei nostri giorni. La ricerca dell’immortalità, che da sempre ha affascinato l’uomo, lo rende quanto mai contemporaneo e al passo coi tempi.

 

La congiura dello speziale
Mauro Santomauro
Libromania, 2014
Prezzo dicopertina € 0,99

Cristina Biolcati

Cristina Biolcati

articolista, scrittrice e poetessa