La misura della felicità – Gabrielle Zevine

Un romanzo con messaggio importante, ossia che la vita e l’amore stanno al primo posto nell’ordine delle priorità, è quello di Gabrielle Zevin. A.J. Fikry, il protagonista, dopo la morte della moglie è diventato cattivo e scontroso nei confronti degli abitanti della piccola isola dove vive e stufo del suo lavoro di libraio. Odia tutti i libri, ma una sera il destino gli riserverà una sorpresa: rientrando in libreria incontra una bambina con in mano un bigliettino.

Questa è Maya. Ha due anni. È molto intelligente ed è eccezionalmente loquace per la sua età. Voglio che diventi una lettrice e che cresca in mezzo ai libri. Io non posso più occuparmi di lei. Sono disperata.

Sembrerà strano ma la adotterà e lei così gli cambierà la sua vita. Maya è molto curiosa e ama i libri nel loro complesso a partire dall’odore fino ad arrivare alle parole. A vincere sarà l’amore di quest’uomo verso la piccola e verso i libri che ricomincerà ad apprezzare e ad amare.

Un libro sui libri, in sostanza, che pagina dopo pagina ci fa apprezzare l’universo incantato di chi sa viaggiare con la mente, e immergersi in nuove avventure dove l’amore delle proprie passioni vince sempre.

La misura della felicità
Gabrielle Zevine
Casa editrice Nord, 2014
Pagine 320
Prezzo di copertina € 16,00

 

Claudia Crocchianti

Claudia Crocchianti

Giornalista pubblicista e scrittrice