La saggezza dei sintomi. Quando la metamedicina incontra le 5 leggi biologiche

Nel 2012 c’è stato il primo Convegno sulla Salute dove si è parlato della Metamedicina fondata nel 1987 da Claudia Rainville, dell’ascolto biologico di Maria Gabriella Bardelli, della lettura simbolica dei sintomi di Giorgio Mambretti, e delle 5 leggi biologiche di Claudio Trupiano.
In questo convegno, dove ognuno ha un po’ raccontato dei libri pubblicati in passato e che hanno riscosso diverso successo, si è sottolineato quanto le emozioni negative che viviamo sfociano nei sintomi di patologie come ribellione.
Quello che è venuto fuori è un’alternativa alla medicina tradizionale meccanicistica, in cui i quattro relatori del convegno hanno sottolineato l’avvento dell’uomo che da “oggetto” passa a diventare “soggetto” nella medicina olistica, quindi persona da ascoltare non per atto di gentilezza ma nella qualità di atto terapeutico.

Maria Gabriella Bardelli, consulente del metodo Ascolto Biologico, con cui guida le persone a riconoscere il senso biologico dei propri sintomi e ascoltarne il messaggio, rileva che “la salute è dei pazienti, e sostanzialmente dipende da essi. Quello che in genere l’uomo vuole è riuscire ad evitare di ammalarsi e naturalmente guarire subito. Da quando la vita si è allungata e le malattie mortali in qualche modo minacciano il nostro benessere psicofisico la medicina e la psicologia cercano di dare delle risposte e di studiare le cause scatenanti che appunto ci fanno ammalare. Questo ci rende rigidi e statici nell’elaborare le nostre certezze che spesso vengono frantumate. Il segreto dunque starebbe, secondo la dottoressa, nell’allenamento alla flessibilità per soffrire di meno e darci maggiori possibilità. Il nostro corpo ha un senso, ed è in armonia con la natura, solo che spesso abbiamo paura di esso, non lo comprendiamo forse perché non lo conosciamo abbastanza impelagati nei retaggi culturali impressi nella nostra mente.

Per Andrea Leone, fondatore dello IONS Torino (la prima community italiana dello IONS di San Francisco, che si occupa di scienza, salute e spiritualità) in teoria tutte le malattie sono guaribili, il caso e il destino però non esistono e su questo punto nel Convegno dà la parola a Giorgio Mambretti, autore di un best seller sulla sofferenza inespressa: l’essere umano non sopporta la sofferenza, il cervello, gestendo tutti gli organi, questo lo sa e fa sfociare le malattie. Quest’ultimo fa una interessante dissertazione sulla vita, dove molti di noi passiamo a compensare piccole o grandi esperienze. Ma se non esprimiamo quello che pensiamo saremo condannati a soffrire. Parte dalla gravidanza e dalla prima infanzia, in cui il bambino tutto quello che assorbe lo deposita nell’inconscio, da cui siamo comandati quotidianamente. Pertanto ogni disagio, ogni colpo ricevuto in questo frangente di vita resterà per sempre impresso nel nostro andamento esistenziale, fino a quando non decidiamo di espellerlo e farci pace.

La biologa e terapeuta Claudia Reinville racconta della sua esperienza personale di diverse malattie (depressione, cancro) e di quando ha capito che poteva farcela, facendoci emozionare con il processo di autoguarigione: nella Metamedicina spesso si cercano i legami con il passato per scoprire la causa del malessere. Per finire la parola è stata data a Claudio Trupiano che nella vita cerca di diffondere, studiando e verificando le leggi biologiche scoperte dal dott. Hamer, da molti amato da altri odiato perché probabilmente fa paura, specialmente alle case farmaceutiche che senza farmaci potrebbero dire addio ai milioni di euro guadagnati sulla nostra pelle.
Un DVD interessante, che mi invita a conoscere, senza per forza credere, una nuova realtà, giusto per ampliare le conoscenze al di là di quello che solitamente ci viene imposto dalla medicina tradizionale.

 

La saggezza dei sintomi. Quando la metamedicina incontra le 5 leggi biologiche
Claudia Rainville, Giorgio Mambretti, Claudio Trupiano, Maria Gabriella Bardelli
Uno editori e Ions edizioni, 2015
Prezzo di copertina € 20,00

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist