La matematica dell’amore – Hannah Fry

Dimenticate Giulietta e Romeo, dimenticate Tristano e Isotta, Paride ed Elena, Antonio e Cleopatra, dimenticate insomma la grande fenomenologia del cuore che ha mosso montagne, prosciugato mari, provocato guerre, suicidi, notti insonni, che ha dato vita a equivoci, cambiamenti diametrali, sinfonie di sospiri e valanghe di fazzolettini asciuga-lacrime…
Qui di Amore si parla in numeri. Se cercate il brivido, la passione, la poesia, il consiglio stesso dell’autrice è quello di “rivolgervi a (quasi) ogni dipinto, poesia, scultura o canzone che siano stati creati negli ultimi cinquemila anni”. Forse parlare d’amore è così complesso e scontato al giorno d’oggi che l’unica maniera rimasta per aggiungere nuova conoscenza in argomento rimane la matematica… Paradossale? Hannah Fry, nel suo libro uscito in Italia il 4 giugno La matematica dell’amore, tenta proprio tale strada:

Questa disciplina, in fin dei conti, consiste proprio nello studio di modelli e schemi grazie ai quali possiamo prevedere tutta una serie di fenomeni – dal tempo meteorologico allo sviluppo delle città – e capire il funzionamento della natura in ogni suo livello, dall’immensità dell’universo fino alle particelle subatomiche.

Dunque perché non applicare alle questioni che sotto sotto più arrovellano e smuovono l’uomo – cioè le faccende di cuore – l’immenso patrimonio delle teorie e delle deduzioni matematiche?
Attraverso nove rapidi capitoli, l’autrice, che è ricercatrice di matematica e di teoria della complessità presso il Centro di Analisi spaziale avanzata dello University College di Londra, propone il risultato dei suoi studi:

Per provare a convincervi di quanto la matematica possa essere illuminante, significativa e importante, mi sono sforzata di scegliere proprio l’argomento che potrebbe sembrare estremamente distante dalle equazioni e dalle dimostrazioni, così da farvi vedere che anche in questo contesto la matematica ha comunque qualcosa da dirci. Quello che voglio fare, quindi, è condividere con voi i miei modi preferiti – matematicamente verificabili – di comprendere il funzionamento dell’amore.

Ed ecco la sequenza dei topic scelti per la dimostrazione, corrispondenti ad altrettanti capitoli: Quante chance ci sono di trovare l’amore? – Quanto è importante la bellezza? – Come ottenere il massimo da una serata in compagnia – Siti di incontri – Il gioco delle coppie – La matematica del sesso – Come capire quando è il momento di sistemarsi? – Come organizzare al meglio il vostro matrimonio – Come vivere per sempre felici e contenti.

Come si vede una trattazione, svolta con spirito e un linguaggio decisamente accessibile, che potrebbe rivelarsi preziosa per tutti coloro che tuttora si dibattono in simili tremendi interrogativi. Così la teoria dei giochi massimizza le probabilità di conquistare l’oggetto del desiderio; quella dell’arresto ottimale aiuta a scegliere il compagno della vita; con i modelli di Murray applicati alle dinamiche dei litigi è possibile addirittura evitare il divorzio… Trovare la persona giusta sembra davvero un gioco da ragazzi, ed è tutta questione di numeri, stando ai modelli ricorrenti tramite i quali è possibile comprendere e prevedere fenomeni altrimenti astrusi…

Tutti ricordiamo l’affascinante genio matematico protagonista di A Beautiful Mind (2001), e la sua strategia vincente per far sì che ciascuno dei suoi amici accostasse una delle meno appariscenti ragazze more nonostante tutti desiderassero in contemporanea la splendida bionda: l’autrice infatti cita proprio questo esempio, all’altezza del terzo capitolo: John Nash docet nel film, nella vita vera ne siamo davvero sicuri?
La lettura lo deciderà. Nel frattempo, accogliamo l’appassionato appello che Hannah Fry lancia nell’introduzione, mettendosi in gioco senza riserve: “E soprattutto, anche se lo scopo di queste pagine è mostrare gli schemi comportamentali che governano uno dei più grandi misteri della vita, la mia speranza è che questo contatto con la matematica dell’amore possa ispirarvi ad avere un po’ più di amore per la matematica”. Un nobilissimo intento!

 

La matematica dell’amore
Hannah Fry
Rizzoli, 2015
Pagine 160
Prezzo di copertina € 15,00

Teodora Dominici

Teodora Dominici

Articolista, collaboratrice editoriale free-lance e scrittrice in pectore