Io non sarò come voi – Paolo Cammilli

Dopo il grande successo di Maledetta primavera del 2014, torna Paolo Cammilli con un secondo romanzo intitolato Io non sarò come voi, edito da Sperling & Kupfer nell’aprile 2015. L’attenzione dello scrittore fiorentino è sempre rivolta al mondo dei giovani, forse perché essi sono più liberi e meno vittime di convenzioni, e soprattutto perché hanno ancora la capacità di cambiare, senza essere stati troppo assorbiti dall’abitudine. Se nel primo romanzo si parlava di violenza sulle donne, in questa seconda opera Cammilli ci parla di bullismo e dei danni che può fare il branco, quando una situazione sfugge di mano e subentra il delirio di onnipotenza.

La storia è ambientata in Versilia, fra il Lido di Magra e Forte dei Marmi, in una zona che sembra animarsi con la stagione balneare, ed affogare nella noia di un inverno letargico. Il protagonista – anche se com’è nello stile dell’autore, la storia viene raccontata attraverso il punto di vista di più personaggi – è il diciassettenne Fabio Arricò, che deve fare i conti con un gruppo di amici che lo vorrebbe omologato alle iniziative più dissennate, e una famiglia segnata dal licenziamento del padre, un cavatore vittima della crisi. A diciassette anni, il desiderio di essere come gli altri e non essere additato a “cacasotto” porta a compiere azioni sbagliate, pur avendone da subito la consapevolezza.

In questo mondo vince chi fa finta di niente. Fregarsene di tutto e sminuire l’importanza delle cose che ti girano attorno. Ecco come si fa! Mostrare passione è assolutamente vietato. La garanzia del fallimento!

Fabio è innamorato di Caterina Valenti, la bella e arguta figlia dell’ex datore di lavoro di suo padre, che è anche sorella di Osvaldo, un omone quarantenne, che in passato ha avuto una storia con sua sorella Katia, una ragazza dai costumi non propriamente monacali. I due giovani però sono troppo invischiati in una guerra di ripicche e faide familiari, per non dare inizio ad una sorta di “gioco” volto ad innescare un ineluttabile corto circuito.

Amori inconfessati, oppure confessati al momento sbagliato, umiliazioni e giochi di potere sono all’ordine del giorno e creano un microcosmo dove i giovani si rivelano di una ferocia inaudita, mentre gli adulti sono inconcludenti ed incapaci di agire tempestivamente.
L’amore di questi ragazzi è malato. O meglio, essi amano in un modo errato, che consiste nel ferire e poi nascondersi. La frustrazione che ne deriva, conduce ad ideare feroci vendette ai danni dei più deboli. Il riscatto a volte avviene, a volte no, perché l’intero romanzo si basa sul coraggio di ribellarsi ad un sistema che ormai dà tutto per perso, e che invece ancora prevede la possibilità di un cambiamento.

Se ti allontani dalla superficie e ti spingi in profondità, lo fai a tuo rischio e pericolo.

L’impressione che si ha del protagonista è che egli getti il sasso e poi, puntualmente, nasconda la mano. Ragion per cui, l’eroe di questa storia – chi veramente non “sarà mai come loro” – è quel cinesino buttato in mare, in una sera d’inverno, che non sa nemmeno nuotare eppure si aggrappa alla vita. Perché solo lui rifiuta di prendere parte a certe nefandezze, distinguendosi dal branco.

Gli altri personaggi sono ben delineati dall’autore, ma figure di dubbia moralità – nonostante l’attenuante dei loro pochi anni – oppure inutili spettatori che mancano di azione.

Credo che la bravura di Cammilli stia proprio nel sapere suscitare emozioni e reazioni nel lettore. Perché se sul finale si avverte una voglia infinita di riscatto, significa che la storia è stata ben scritta e ha toccato le corde giuste.

Forse la gioventù del giorno d’oggi è davvero così spietata e così scevra di valori, ma una cosa è certa: Io non sarò come voi è una storia che fa riflettere. Davvero il mondo è così paradossale? Paolo Cammilli è nato agli inizi degli anni Settanta, quindi noi “reduci” del vecchio secolo, che siamo stati giovani negli anni Ottanta e Novanta, sappiamo bene a cosa si riferisce quando fa una similitudine o una citazione. Siamo in grado di coglierne l’ironia.
Io non sarò come voi è un viaggio nella meschinità dei rapporti umani, dove un unico filo di tenerezza, seppure celato, sarebbe in grado di cambiare tutto. Forse addirittura, di salvare il mondo.

 

Io non sarò come voi
Paolo Cammilli
Sperling & Kupfer, 2015
Pagine 348
Prezzo di copertina € 14,90

Cristina Biolcati

Cristina Biolcati

articolista, scrittrice e poetessa