Fiore di Fulmine – Vanessa Roggeri

La Sardegna, quella vera dove accadono storie misteriose, di questo racconta Vanessa Roggeri nel suo romanzo “Fiore di Fulmine”. Nora ha undici anni, ama la pioggia e le piace uscire, al contrario degli abitanti di Monte Narba, quando ci sono temporali. Appena arrivata sotto una grande quercia un fulmine la colpisce sbalzandola lontano, esanime. Tutti pensano che sia morta ma non è così, si sveglia, ma il fulmine le ha lasciato la facoltà di vedere quello che gli altri non vedono.

La prima volta che Nora Musa morì, aveva undici anni e il coraggio più scellerato che la gente delle miniere di Monte Narba avesse mai visto.

Nella sua famiglia nessuno la riconosce più per questo motivo sarà mandata in un orfanotrofio a Cagliari dove poi una signora verrà a prenderla per tenerla con sé.
Da qui l’inizio vero della storia del romanzo. La protagonista, Nora, riuscirà a fare breccia nel nostro cuore con il suo passato, ma anche con il carattere intelligente, sveglio e malinconico ma allo stesso tempo forte e coraggioso. Ci si affeziona a questa strana ragazza e si riesce a comprenderla sempre meglio attraverso le sue vicende.

Un vero capolavoro, in grado di parlare al cuore e di trasmettere emozioni intense. Due nuove interessanti figure femminili, forti e coraggiose, contornate da segreti, bugie e superstizioni, tipiche di questa terra, dai contorni un po’ offuscati, dove la realtà si confonde e si mescola con le “magarie”, dove la sfera del reale e quella del sovrannaturale si fondono in una dimensione densa di misticismo.

 

Fiore di Fulmine
Vanessa Roggeri
Garzanti, 2015
Pagine 280
Prezzo di copertina € 16,40

Claudia Crocchianti

Claudia Crocchianti

Giornalista pubblicista e scrittrice