La bambola di Natale – Barbara Morgan

Il Natale è la festa della famiglia, dell’amore, della bontà, della benevolenza, dei doni, della voglia di farsi perdonare tutte le cattiverie magari fatte durante l’anno. L’atmosfera si presta alla dolcezza e quando tutto sembra essere perduto per sempre il cuore comincia a battere e con l’occasione ogni cosa si rimette al posto giusto. Questo accade di solito nei film, nei libri, un po’ più di rado nella vita reale. Però da lettori ci piace sognare, ci piace commuoverci, ci piace immedesimarci in quei personaggi che conoscono l’amore e lo vivono fino in fondo, in quelli che piangono per trattenere la speranza e la possibilità di amare ancora. Un libro dolcissimo, commovente, è quello uscito nel mese di dicembre a cura di Barbara Morgan, dal titolo La bambola di Natale. Si tratta di un racconto breve dove la protagonista, Alexandra, titolare di una azienda sta per perdere il suo negozio dove si vendono bambole appunto, a causa della concorrenza e per il fatto che non è riuscita a far crescere con idee geniali il suo mercato. Alexandra è una persona a cui è morta la mamma (da cui ha ereditato l’azienda), mentre il papà l’ha abbandonata e il marito l’ha tradita. All’improvviso non ha più nulla, solo una bambola che le ha regalato la mamma e che le piace tenere con sé per ricordo. Presto bussa alla sua porta un consulente finanziario che le propone di vendere l’azienda, visto che non c’è altra scelta. Chi si nasconderà dietro l’apparente uomo crudele?

Per quel che ne so io le persone davvero cattive se ne fregano, non si preoccupano affatto di poter ferire qualcuno. Prendono quello che vogliono. Da quel che posso vedere non mi sembra il tuo caso. Tu ti stai distruggendo, Alexandra. Per salvare qualcuno che non ha bisogno di essere salvato da te, perché tu non gli farai alcun male ora.

Alexandra si ritrova a fare i conti col suo passato, perché durante gli anni del liceo è stata molto crudele con un suo compagno di classe, maltrattandolo e usandolo a proprio scopo e piacimento. Adesso tutti i nodi verranno al pettine. E lei rimane spiazzata, impaurita, con la coda di paglia crede che non sarà perdonata, forse perché lei in primis non riesce a farlo. Sarà una bambina, Cassandra, attratta dalla sua bambola, a riscaldare i cuori di tutti, a unirli e far festeggiare il Natale con amore e in famiglia. Una storia a lieto fine, non di grosse pretese, però nella semplicità ci aiuta a sognare una vita migliore, considerando che spesso la soluzione può essere a portata di mano, mentre siamo sempre pronti a cercarla chissà dove.

 

La bambola di Natale
Barbara Morgan
Self, 16 dicembre 2015
Pagine 90
Prezzo di copertina € 1,45

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist