La ricetta segreta per un sogno – Valentina Cebeni

La ricetta segreta per un sogno di Valentina Cebeni (Garzanti, 2016) è un romanzo che trasporta in un’atmosfera suggestiva e dal fascino antico. Sebbene ambientata sull’isola del Titano, in un luogo immaginario fra la Corsica e la Sardegna, evoca quella natura aspra e selvaggia che l’autrice ha nel cuore. Quel mare di Sardegna che la lega ai nonni e alle sue radici.
La trama è un insieme di ricette di dolci – la cucina è un’altra passione della Cebeni –, misteri del passato e legami indissolubili che hanno la meglio su tutto.
Il lettore compie un lungo viaggio nella storia della protagonista, la giovane Elettra Cavani, che è alla ricerca di se stessa. Nata nel 1953, è qui descritta poco più che trentenne. Il suo destino è legato a doppio filo ad un alimento povero ma universale: il pane.
Elettra sta vivendo un brutto momento e si sente smarrita. La madre Edda, fornaia, ha avuto un ictus e da un anno giace in coma in un letto d’ospedale. La ragazza non si sente in grado di gestire da sola la panetteria, che inevitabilmente viene chiusa. Presto si rende conto di non conoscere il suo passato, come se l’anziana genitrice abbia sempre voluto proteggerla da un trascorso doloroso, anziché renderla partecipe. La convinzione che la madre nasconda dei segreti, la spinge a voler cercare la verità, unico modo per poter costruire con lei qualcosa di autentico.

Se fossi stata brava la metà di te a sfornare dolci e pane, non sarei qui, ora. La gente avrebbe fatto la fila per comprare i miei prodotti esattamente come faceva quando eri tu quella che stava in cucina, ma non ti sei mai voluta arrendere al fatto che io non ero come te, che chiusa fra le quattro mura del laboratorio non ci volevo proprio stare.

Elettra, che ha fino a qui vissuto passivamente, parte alla ricerca delle sue origini. Guidata da alcuni indizi, la donna raggiunge l’isola del Titano: un lembo di terra nel Mediterraneo su cui aleggiano diverse leggende. Si tratta di un’isola divisa in due parti, dove si intuisce che diverse sciagure si siano abbattute, mettendo in ginocchio gli abitanti. Cortei di donne vestite di nero, infatti, si perdono per vie irte e polverose.

Occorrerà tempo prima di mettere insieme i pezzi, ma alla fine Elettra avrà le risposte che cerca. Naturalmente, oltre alla presenza di oscuri segreti, sull’isola la donna potrà saggiare tutti i sentimenti che le sono mancati: l’amicizia; l’amore; e soprattutto una vicinanza con la madre, mai così potente, tramite quell’amore per la cucina che le unisce.
Nel vecchio convento in cui la giovane trova asilo, la sua sofferenza ha un arresto. La felicità bussa all’improvviso alla porta, ma sarà difficile per Elettra riconoscerla, così come potersi fidare della sua nuova “famiglia”.
Il passato è davvero doloroso, e nessuno vuole più che si ripeta. Bisogna fermare quel “circolo vizioso” attraverso cui la storia si ripresenta, anche se la nuova generazione appare più lungimirante e meno impulsiva rispetto a quella precedente.
Pesche al vino; pane all’anice; pane al miele di zagara; focaccine alle mele; guelfi; vino alle rose; pane di Ognissanti; marzapane: queste le specialità di Edda che Elettra riproduce per i suoi nuovi amici. L’autrice allega le ricette che ognuno di noi può realizzare. Quel potere del cibo che crea magia.
Alcune piccole ingenuità, ed assonanze di termini denotano una prosa in divenire, ancora in via di maturazione. Ma penso che l’autrice ne sia consapevole.
Una storia ricca di colpi di scena che consiglio a chi ama indagare segreti, così come creare pane e dolci. Un connubio che evoca all’istante l’idea della famiglia. Quel calore del focolare domestico che si sprigiona dai profumi e ci riporta al passato

 

La ricetta per un sogno
Valentina Cebeni
Garzanti, 2016
Pagine 346
Prezzo di copertina € 16,90

 

Cristina Biolcati

Cristina Biolcati

articolista, scrittrice e poetessa