Nuvole croccanti  –  Giuseppe Fini

Si trattava di orientarsi, si trattava di trovare il proprio spazio vitale in mezzo a tutti gli altri. Ognuno di noi nasce con una specifica impronta caratteriale, e viene chiamato a misurarsi con il dono della vita e con l’imparare a sostenerlo.

Nuvole croccanti, con sottotitolo Una testimonianza di vita Asperger, è la biografia che Giuseppe Fini ha messo nero su bianco affinché sia di aiuto per se stesso e per gli altri, dato che capire è quello di cui abbiamo più bisogno.
Partire da se stessi per comprendere gli altri è divenuto il suo motto. L’autore è stato un bambino il cui passatempo preferito era osservare; consapevole di non condividere quell’istinto di prevaricazione tipico dell’uomo. Totalmente privo della “maschera” insita nel processo di socializzazione, Fini si è presto convinto di essere “difettoso”, per il semplice motivo di non avere mai curato la presentazione e la difesa di sé.

In un ambiente chiuso come la Sardegna, sua terra natale, e con una madre dal comportamento duro e bizzarro – probabilmente affetta da una grave forma di autismo –, è stato inevitabile per lui sentirsi sempre inadeguato, in imbarazzo e terribilmente triste. Il padre, molto presente e fiducioso, lo ha iniziato alla musica, regalandogli una chitarra. Una figura molto importante per la sua crescita, questo genitore, che è e rimarrà un punto di riferimento.

Poi, finalmente la svolta. Una diagnosi che arriva tardiva: alla soglia dei suoi 41 anni. Giuseppe è affetto dal morbo di Asperger, ovvero una forma di autismo più lieve, di cui si inizia a parlare soltanto nel 1994, anno in cui la patologia viene inserita nel manuale diagnostico e statistico. Questo “dolore di esistere” quindi, così fortemente radicato in lui, non rappresenta un difetto, bensì un modo diverso di “funzionare”, che deve essere visto come una risorsa.

Giuseppe Fini chiede al lettore una sospensione del giudizio, e di concentrarsi invece sulla percezione. Una volta compreso il modo di ragionare degli Asperger, essi sapranno sorprendere – fra l’altro sono in grado di coniare suoni onomatopeici di grande impatto, come quelle “nuvole croccanti” che precedono un acquazzone. Il consiglio è di immaginare se stessi in veste di spettatori, quasi ci si potesse innalzare al di sopra della propria persona, e riuscire a vedere i pregiudizi insiti nelle occasioni sociali.
Gli scritti del peruviano Carlos Castaneda sono stati per lui un toccasana; questo scrittore, naturalizzato statunitense, famoso per la “spietatezza del sé”, al quale non concede indulgenze, ha incitato a seguire solo i cosiddetti “sentieri che hanno un cuore”. Lasciando perdere tutti gli altri.
Importante anche la “Tensegrità” – dal titolo di un libro di Castaneda –, ovvero l’insieme di movimenti, posizioni del corpo e modalità respiratorie che incidono sulla consapevolezza di sé e sull’aumento dell’energia vitale.

Oltre all’amore per la musica, l’autore si è dedicato al nuoto e al Kung Fu, al fine di scaricare la tensione e gestire quella frustrazione che inevitabilmente porta a covare rabbia.
L’Asperger è quindi l’anello di congiunzione, fra il “neurotipico” e il “neurodiverso”. Questa la grande intuizione dell’autore. Bisogna solo scoprirlo, e il resto verrà da sé.
Quest’autopubblicazione, avvenuta all’inizio del 2015, è senza dubbio preziosa. Soprattutto per genitori ed insegnanti, che si trovano alle prese con bambini Asperger, e non sanno bene come interagire. Sono bambini molto intelligenti e sensibili, soltanto che “funzionano” in modo differente. Si tratta di trovare la chiave giusta per dare loro amore incondizionato, e soprattutto per non farli sentire soli.

Alla fine l’autore lo riconosce, e sono contenta. Non si può fare di tutta l’erba un fascio. Ci sono persone ottuse, e altre che invece sono ben disposte a familiarizzare con realtà diverse, considerandole un arricchimento. Dimostrando astio nei confronti dei soggetti “neurotipici”, e proclamando la sua superiorità, Giuseppe Fini incapperebbe nell’errore che tanto aborre. Il fatto di considerarsi uguali, ma come una radio sintonizzata su frequenze diverse, dovrebbe giungere da entrambe le parti. Mai da una sola.

 

Nuvole croccanti
Giuseppe Fini
Self, 2015
Pagine 55
Prezzo di copertina € 7,00

Cristina Biolcati

Cristina Biolcati

articolista, scrittrice e poetessa