La randagia – Valeria Montaldi

Britta da Johannes abita fra i boschi di Machod; è una bella donna che dona rimedi naturali a chi ne ha bisogno ma suscita paura. Legata al figlio del castellano, quando la loro storia finirà maldicenze e calunnie si accumulano contro di lei, fino ad arrivare alle orecchie dell’inquisitore che decide di condannarla al rogo.
Un thriller inquietante, che lega presente al passato è La randagia, di Valeria Montaldi, edito da Piemme.

Il corpo di Britta fu strappato verso l’alto: le articolazioni delle spalle schioccarono, i piedi oscillarono a mezz’aria.

Accanto alla storia di questa protagonista vi è quella di Barbara Pallavicini, studiosa di medievistica, che va in quel luogo per avere informazioni sulla tesi, ma scoprirà il cadavere di una donna. Si tratta della ragazza dedita all’occulto uccisa però fra le stesse mura che cinquecento anni prima avevano imprigionato una strega.

Può venire a riprenderlo fra un paio d’ore, signorina appena finito l’effetto dell’anestesia.

Due storie intrecciate dunque, avvolte dal mistero della stregoneria, dove bisogna tornare al passato per risolvere l’enigma del presente. Fascino e curiosità tra le righe della Montaldi, che con la sua fluida scrittura tiene il lettore inchiodato alla lettura fino all’ultima pagina!

 

La randagia
Valeria Montaldi
Piemme, 2016
Pagine 432
Prezzo di copertina € 19,00

 

 

Claudia Crocchianti

Claudia Crocchianti

Giornalista pubblicista e scrittrice