Lo stupore di una notte di luce – Clara Sanchez

Per tutti o tutte coloro che hanno amato e si sono emozionati con il libro Il profumo delle foglie di limone leggere ancora Clara Sanchez con l’ultimo arrivato, Lo stupore di una notte di luce, è stata un’altra emozione, ancora più forte forse, per le tematiche importanti come il nazismo e l’aver ritrovato gli stessi personaggi accanto ai nuovi protagonisti.
Sandra è alla prese con il proprio figlio, che nel frattempo è nato, a cui il passato bussa alle porte senza risparmiare alcuna sorpresa. Così malgrado la vita felice che si stavano vivendo, hanno dovuto rifare un salto indietro nel tempo, rivisitare gli stessi luoghi e ritrovare le stesse sofferenze.

«Mi svegliarono gli uccelli, che pigolavano come impazziti. Eravamo alla fine di giugno e il mondo era allegro e luminoso, le mattinate piacevoli, gli alberi sempre più verdi. Il ramo di un’acacia sfiorava quasi la finestra della cucina, e mi piaceva osservarlo mentre preparavo il caffè.»

In questa frase si chiude la quotidianità raggiunta dalla protagonista che andrà poi purtroppo persa. Un romanzo che ci permette di guardare gli eventi storici attraverso un buco della serratura insolito, che ha creato delle aspettative e che lascia al lettore un po’ di amaro in bocca abituato ad assaporare le narrazioni della Sanchez lentamente.

«Quello che gli altri non sapevano, mentre io sì, era che gli occhi del Macellaio erano cambiati poco»

Con un volersi proiettare verso il futuro, l’autrice ha voluto donare una nuova speranza, che probabilmente si avvererà con una nuova avvincente lettura.

 

Lo stupore di una notte di luce
Clara Sanchez
Garzanti, settembre 2016
Pagine 398
Prezzo di copertina € 18,60

Claudia Crocchianti

Claudia Crocchianti

Giornalista pubblicista e scrittrice