Viaggi nella Musica – Silvia Cinzia Turrin

«Il viaggio che Silvia Cinzia Turrin ha compiuto e che ci permette di compiere assieme a lei con questo libro [ …] porta direttamente dentro noi stessi» scrive il musicista Alberto Ezzu all’interno della Prefazione.

Viaggi nella Musica è infatti un libro “on the road” che conduce il lettore in varie nazioni – dall’Italia alla Francia, dagli Stati Uniti all’India, dal Regno Unito al Sudafrica, passando per Israele, Canada e Congo (R.D.C.) – per il tramite della musica, applicata secondo una prospettiva olistica e benefica. Soprattutto è un libro che spiega in maniera semplice e al contempo esaustiva le più diffuse tecniche musicoterapiche contemporanee. L’approccio di base considera la musica uno strumento potente ed efficace, in grado di intervenire sulle emozioni, sul comportamento e anche sul piano fisico. Nel volume, oltre ad approfondimenti inerenti teorie e applicazioni connesse alla musicoterapia, vengono illustrati i possibili effetti positivi della musica in caso di disturbi, patologie e incidenti (dal coma all’Alzheimer, dall’ansia allo stress, alla demenza senile).
Una parte è dedicata ai benefici dei suoni sui bambini, sin dalla tenera età, per accrescere in loro la sensibilità sensoriale e la predisposizione a un maggiore sviluppo cognitivo. In tal senso, leggendo vari articoli e segnalazione di libri, si comprende come la musicoterapia abbia un ruolo centrale nei corsi di sostegno per i piccoli con difficoltà a livello di attenzione e comprensione. All’interno del libro troviamo anche vari riferimenti ai “raga” indiani, ai mantra, ai kirtan e al nada yoga. Si legge per esempio nel testo che per la filosofia induista tutto è collegato: corpo, mente, spirito, energia, quindi micro e macrocosmo.
Scrive l’autrice:

«Questa interrelazione sta alla base del potere della musica, essendo il suono considerato, nella cultura induista, il veicolo che ha dato origine al cosmo e agli esseri che lo popolano. Secondo questa concezione, la cura efficace per un paziente sta nel trovare e nell’impiegare il giusto “raga” adatto alle sue necessità, specifico per il suo ri-equilibrio armonico, in correlazione con la sua storia esistenziale».

Viaggi nella Musica è arricchito oltre che da una serie di consigli di lettura per approfondire i vari ambiti e gli utilizzi della musicoterapia, anche da interviste ad autorevoli professionisti, tra cui Giampiero Bigazzi (fondatore dell’etichetta indipendente Materiali Sonori), Rino Capitanata (musicista e produttore che indaga da anni sul rapporto tra suoni e ben-essere), Jeff Oster (musicista statunitense che ha lavorato con William Ackerman) e Paul Avgerinos (vincitore di un Grammy Award nel 2016).

In Appendice, una “Mappa Orientativa all’Ascolto della Buona Musica” con consigli per scegliere: “musiche trasformative” – che conducono a uno stato di allegria/leggerezza –; “musiche per una calma interiore”; “musiche che stimolano la creatività”.
Scrive l’autrice nell’Introduzione:

«Crescere immersa in un mosaico sonoro composito mi ha permesso di aprire le mie frontiere mentali, sensoriali, culturali. È per questo, partendo proprio dalla mia personale esperienza, che considero la musica – se ascoltata nelle sue varie diramazioni e senza pregiudizi – un potente stimolo verso atteggiamenti positivi, come l’empatia e l’ascolto dell’altro. Inoltre, la conoscenza di artisti di varia nazionalità e con un differente background permette di allargare i propri orizzonti e di uscire da una certo atteggiamento provinciale e campanilistico.
[…] La musica stimola la creatività, riesce ad alleviare stati ansiosi, aiuta bambini autistici ad aprirsi al mondo, permette alla persona stressata di fermarsi e di entrare in contatto con la parte più profonda di sé. Inoltre, se utilizzata secondo criteri terapeutici, la musica aiuta a migliorare sia le capacità cognitive (l’attenzione e la memoria), sia le relazioni sociali e affettive».

Alberto Blank

 

Viaggi nella Musica
Silvia Cinzia Turrin
2016
Pagine 172
Prezzo ebook € 4,99

 

Silvia C. Turrin

Silvia C. Turrin

journalist - writer