Gli occhi di Borges – Giovanni Ricciardi

Gli occhi di Borges è un giallo ma come lo stesso scrittore scrive si tratta di un genere un po’ anomalo, basti pensare che è diviso in due parti dove nella prima le protagoniste sono la studentessa Vanessa che entra a fare uno stage nello studio di un astrologo affermato per la sua rubrica Gli occhi di Borges pubblicata su una rivista italiana e nella seconda ambientata in Argentina dove si volgerà il caso della scomparsa del libro di Borges.
La protagonista in questione vive una sorta di cambiamento interiore, presa dalle più strane fobie si chiude in una sorta di mutismo e non vuole quasi più uscire di casa.

Giovanni Ricciardiinsegnante di Greco e Latino presso un Liceo di Roma, che abbiamo avuto il piacere di intervistare torna con la sua settima indagine a cura del commissario Ottavio Ponzetti.

«Ma bisogna andarci piano, non lasciarsi andare. Almeno non subito.»

Un intreccio e un finale sorprendente sono proprio le caratteristiche di questo libro che è amato da molti lettori non necessariamente dai fedeli del giallo. Forse ciò che lo rende più interessante è l’intreccio con l’esoterismo, e a tratti anche ironico perché non manca il romano verace, quello che non le manda a dire senza diplomazia.

 

 

Gli occhi di Borges
Giovanni Ricciardi
Fazi, ottobre 2016
Pagine  238
Brossura € 16,00

 

 

Claudia Crocchianti

Claudia Crocchianti

Giornalista pubblicista e scrittrice