E vissero per sempre infelici e scontenti – Ettore Amato

Siamo sempre alla ricerca della felicità però poi non riusciamo a capire cosa voglia dire essere felice. Si tratta di un sentimento astratto che forse per educazione o per mancanza di vera educazione all’amore lasciamo aleatorio e dunque irraggiungibile. Ma ci siamo chiesti perché continuiamo a perseverare nella tristezza? Ettore Amato, esperto di comunicazione relazionale, che già avevamo conosciuto con il suo primo libro dal titolo L’amore non fa soffrire, punta ancora una volta a sottolineare che la vita dipende da noi, che il concetto di amore spesso lo personalizziamo a tal punto da renderlo incomunicabile al partner. E vissero per sempre infelici e scontenti, pubblicato da Uno editori, rimarca il concetto di amore nella vita di coppia. Attraverso lo studio caratteriale di uomo e donna ci propone una nuova visione della vita, svincolata dalle solite prigioni che tendiamo a costruire.

L’amore, secondo lo scrittore, è un sentimento che non può essere frainteso, che va coltivato, che va educato, che va alimentato. Mi piace quando fa l’esempio del sentimento incondizionato che una madre prova per il figlio, al punto che gli perdona qualsiasi cosa: in questo modo il figlio non capirà cosa vuol dire ricevere amore e provarlo perché è abituato ad essere perdonato malgrado tutto. Questo è il peggiore tipo di educazione che possiamo dare ai nostri cuccioli, uomini di domani.

«Il mondo ci appare come noi lo proiettiamo dall’interno»

Il testo riporta vari esempi significativi di vita di coppia, di persone che non capiscono da dove nasca la loro insoddisfazione. La storia è sempre la stessa, passato l’innamoramento si pretende di cambiare l’altro, cosa impossibile. L’autore ci indica la strada corretta da seguire, spoglia dai condizionamenti, perché se vogliamo essere felici davvero dobbiamo partire dall’interiorità, da come guardiamo noi il mondo, da come affrontiamo le problematiche. Lamentarsi, fare la vittima senza alzare un dito per cambiare la situazione non farà mutare il nostro destino, o meglio, peggiorerà la situazione di partenza visto che la negatività attrae se stessa come un circolo vizioso. Il segreto allora dove sta? Nella libertà interiore, nel capire come pensa l’uomo e come pensa la donna, provare a venirsi incontro senza troppe pretese, ma soprattutto amare se stessi perché nessuno potrà farlo al posto nostro.

«Non esiste qualcuno che ti legge nel pensiero, qualcuno con cui andrai sempre d’accordo, qualcuno che metterà da parte se stesso ogni volta che tu avrai bisogno di qualcosa».

Con questo libro vi è un invito a ragionare sulla propria interiorità, ma soprattutto un modo per spingere il pulsante on adesso, non domani o più tardi. Chi vuole cominciare ad essere protagonista della propria esistenza in modo attivo e felice deve azionarsi immediatamente, con delle istruzioni che si possono facilmente apprendere dalla lettura del libro

 

E vissero per sempre infelici e scontenti. Cancella i falsi miti sull’amore e impara ad amare
Ettore Amato
Uno editori, aprile 2017
Pagine 184
Brossura € 12,90