Il metodo famiglia felice – Alberto Pellai e Barbara Tamborini

L’autostima è la parola d’ordine che può indurci alla felicità. Ce lo dicono gli psicoterapeutici Alberto Pellai e Barbara Tamborini con il loro ultimo libro Il metodo famiglia felice, De Agostini. Non si tratta di un testo qualsiasi, ma di un manuale da tenere sempre a portata di mano perché fa esercitare il lettore, nel vero senso della parola, alla vita, ai fini del raggiungimento dell’equilibrio, parola chiave dell’autostima che sta alla base a sua volta della serenità quotidiana. Gli autori parlano della famiglia, di quanto i genitori siano inadeguati al loro ruolo e di quanto i bambini vadano educati alla gioia.

Quello che oggi sembra mancare è la voglia di dedicare tempo agli affetti che sono diventati alla stregua di oggetti da consumare e buttare via. Però è l’interiorità che da sempre manda avanti il mondo e caratterizza l’uomo, senza di essa ci si disumanizza e i bambini sono quelli che prima di tutto hanno il diritto di essere educati bene, accettando debolezze e forze, utili per raggiungere l’autonomia.

«Un bambino trarrà molto più vantaggio dal provare e riprovare qualcosa fino a riuscirci da solo, piuttosto che dal fare qualcosa perfettamente al primo colpo, perché è stato “telecomandato” da un adulto che non ha avuto la pazienza di rispettare i suoi tempi e i suoi ritmi, inevitabilmente più lunghi. Aiutare un figlio a preparare una vittoria, ma anche ad accettare una sconfitta, divenendo consapevole dei propri punti di debolezza e delle aree di vulnerabilità, è un punto cruciale per sviluppare un buon livello di autostima.»

Trovare dei momenti da dedicare ai propri figli è necessario per aiutarli a crescere e raggiungere piano piano il grado di maturità consono all’età. Trascorrere dei momenti con loro con dei giochi personalizzati è fondamentale per aiutarli ad essere consapevoli delle loro emozioni.
Il libro fa leva sulle emozioni, di qualsiasi natura, e riporta degli esempi di vita quotidiana vissuti in due modi diversi per far capire al lettore quale è quella opportuna ai fini di una crescita migliore e positiva. Questo testo secondo me non è dedicato solo alla famiglia, ma si traggono diversi spunti anche per chi lavora con i ragazzi, in quanto molti esercizi e giochi si possono fare insieme ai fini di una piacevole crescita. I giochi sono innovativi e utili già a partire dai 4 anni di età e si possono fare in qualsiasi momento, poi sono talmente tanti che c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Ho trovato molto semplice il linguaggio degli psicoterapeuti, sicuramente studiato per colpire e lasciare il segno in chiunque, infatti non è mai troppo tardi per coltivare la propria personalità. Il livello di autostima famigliare può condizionare l’insieme di abitudini e riti che regolano la vita quotidiana tra le mura di casa, dunque è compito di ogni famiglia rivedere le proprie ai fini di una unione positiva con tutti i membri della famiglia.

«Spesso in famiglia siamo molto bravi a sostenere i figli nelle attività performative che prevedono allenamenti abbastanza tecnici e specifici all’interno di uno schema predefinito (come fare i compiti o praticare uno sport), mentre tendiamo a stimolare molto meno la dimensione espressiva, quella che più di altre fa bene all’autostima».

Sei sono i pilastri che reggono il nucleo domestico: la famiglia, gli amici, il corpo, le emozioni, la scuola e il lavoro, l’essere protagonista. Sfide creative, racconti esemplari, quiz e test per prendere consapevolezza dei propri pregi e dei propri difetti e per sviluppare quelle competenze utili per diventare una famiglia felice: «Una famiglia consapevole ha un progetto e una direzione, non improvvisa le scelte educative e sa sfruttare i momenti chiave della vita».

 

Il metodo famiglia felice: come allenare i figli alla vita
Alberto Pellai e Barbara Tamborini
De Agostini, 16 gennaio 2018
Pagine 250
Prezzo € 15,00

 

 

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist