Book blogger. Scrivere di libri in rete: come, dove, perché – Giulia Ciarapica

È giugno, per compito delle vacanze leggete Book blogger. Scrivere di libri in rete di Giulia Ciarapica, pubblicato da Franco Cesati Editore solo qualche mese fa. Se fate parte della nutrita schiera degli “addetti ai lavori” – parlo del mondo sfrangiato e confusionato che gravita un po’ per caso attorno alla galassia dei libri – lei, Giulia, l’avrete vista per forza: se non dal vivo a qualche presentazione o nelle scuole, di sicuro online, e perché no, sulla carta stampata, sotto la firma di un articolo per Il Foglio o Il Messaggero.

Giulia Ciarapica, blogger d’esperienza, si occupa di promozione culturale, e con questo suo piccolo breviario edito nella collana Pillole ha voluto raccogliere in maniera puntuale e sintetica tutte le informazioni di maggiore interesse riguardo allo scrivere di libri in rete: come si parla di libri su internet? Perché farlo? E soprattutto, come varia la forma a seconda dei destinatari?

Sono domande che è lecito farsi, soprattutto in un mondo in cui anche il “bene cultura” risulta essere molto influenzato dalle nuove strategie di vendita e di comunicazione. Una fruizione veloce, vorace delle notizie, il desiderio di reperibilità immediata dei contenuti (a scapito magari della complessità), l’enorme potere suggestivo delle immagini, dei colori, dell’equilibrio estetico-spaziale, per non parlare dell’oggettivo impatto di video e dirette, hanno rivoluzionato il tradizionale mestiere di chi scrive di libri.

È sbagliato pensare che visto che ora è tutto così fluido e aleatorio, così alla portata di tutti e così illusoriamente giocoso, non si possa parlare dei nuovi strumenti di comunicazione in maniera professionale: di Book blogger ho apprezzato proprio questo, il piglio pragmatico, illuminista.

“Questa roba c’è, e ci si lavora”, sembra dire l’autrice, “ora vi do gli strumenti per capire di cosa stiamo parlando”.

Il libro ha un’organizzazione molto lineare, parte da una Prefazione, necessaria per accostarsi all’argomento, e si suddivide successivamente in sette macrosezioni dedicate rispettivamente a quali siano gli strumenti e le letture imprescindibili del recensore, come/perché scegliere un titolo da recensire, la metodologia vera e propria della stesura di una recensione (con appunti di narratologia), per poi passare a stile/linguaggio/supporto, alla fase della revisione del testo, e alle ultime due sezioni, più prettamente specialistiche, dedicate alla videorecensione e al parlare di libri declinato a seconda dei tre maggiori social network, Facebook, Twitter e Instagram.

Mi è piaciuta la capacità di razionalizzare un materiale vastissimo, la capacità diciamo di non rimanere a bocca aperta di fronte a una domanda disarmante come: Quali sono i tuoi 3 libri preferiti su tutti i libri del mondo mai scritti?
Perché insomma, anche progettare un testo che voglia rivolgersi a “chi non sa ancora niente” richiede una certa abilità, soprattutto se il testo in questione, nella sua estrema snellezza, si rivela un ottimo strumento di conoscenza.

Con gran sincerità e praticità Giulia Ciarapica mette a servizio del futuro recensore/book blogger tutta una serie di consigli e nozioni da lei testate e collezionate nel tempo, fornendo anche una lista esaustiva dei “luoghi” utili da frequentare per cominciare la propria esplorazione dell’universo librario online, in una sorta di aggiornato e amichevole manuale in cui in ultima analisi non guastano tutti gli esempi pratici autoriferiti: dopotutto alcune di queste cose le ha proprio inventate lei.

Consiglio questo libricino rosa senza essere una book blogger. Ritengo possa essere utile a molte delle persone che stanno quotidianamente sui social e a chi voglia progettare dal nulla uno spazio online dedicato ai libri, con cognizione di causa.
A me, invece, è stato simpatico per avermi ricordato, nel piglio e nella grafica, le decine di manuali Carocci di linguistica e letteratura divorati in maniera curiosa, nei cortili dell’Università.

 

Book blogger. Scrivere di libri in rete: come, dove, perché
Giulia Ciarapica
Franco Cesati editore, 2018
Pagine 132
Prezzo € 12,00

 

Teodora Dominici

Teodora Dominici

Articolista, collaboratrice editoriale free-lance e scrittrice in pectore