Intervista a Nello Trocchia

Oggi abbiamo incontrato il giornalista Nello Trocchia, che nel suo ultimo libro-inchiesta Casamonica. Viaggio nel mondo parallelo che ha conquistato Roma ha raccontato la storia del clan dalle origini, alla costruzione del loro impero attraverso la criminalità, la violenza e tutto ciò di simile che li ha caratterizzati. Visti all’inizio come una famiglia di giostrai e di zingari, i Casamonica sono stati un po’ sottovalutati. Un linguaggio crudo, un modo di scrivere e di raccontare che colpisce il lettore fin dalle prime pagine e che lo porta sempre più avanti per scoprire quel qualcosa in più e sicuramente la verità su questa famiglia. La passione per il proprio lavoro e la ricerca della verità a tutti i costi è quello che caratterizza questo giornalista.

Come è nata l’idea di scrivere questo libro?
I Casamonica sono una famiglia innominata, che ha costruito nel corso degli anni un impero economico, basti pensare a un recente report dove ha ribadito che i beni per solo 50 componenti sono 100 milioni di euro tra soldi e beni immobili. Una famiglia conosciuta all’inizio come un nucleo di giostrai che poi piano piano attraverso la violenza, la criminalità, l’usura, il legarsi alla mafia, allo spaccio di cocaina è cresciuta e si è impossessata di Roma entrando nella storia nel silenzio dell’opinione pubblica, dell’assenza di giustizia e della mancanza della pena. Ho voluto raccontare in quest’inchiesta i dettagli e i vari episodi legati a loro e soprattutto perché i Casamonica sono diventati “I Casamonica”, che possiamo definire criminali di servizio.

Quindi proprio questo silenzio, omertà ha portato alla loro crescita?
Di certo i Casamonica votano e di conseguenza la politica in qualche modo ha avuto un suo ruolo.

Quello che colpisce leggendo il libro-inchiesta è il racconto di aneddoti legati a questa famiglia, è così?
Sì, ho voluto raccontare aneddoti, vicende particolari e far conoscere al lettore qualcosa di più di loro. Accanto a tutto questo nel libro vi sono testimonianze e resoconti giudiziari.

Gli elementi che caratterizzano i Casamomica?
La violenza assoluta, la ferocia, la criminalità a tutto tondo.

Che cos’è il legame familiare per i Casamonica?
Per loro è importantissimo il legame familiare e poi credo che quello che manca è proprio l’assenza di pentiti e degli interpreti che sanno tradurre la loro lingua fatta di dialetti.

L’ultimo sgombero è servito?
Lo possiamo definire un piccolo passo in avanti .

Claudia Crocchianti

Claudia Crocchianti

Giornalista pubblicista e scrittrice