Intervista a Giuliano Danieli

Il 25 giugno, nella splendida cornice di Villa d’Este ho intervistato lo scrittore Giuliano Danieli.

La musica nel mecenatismo di Ippolito II d’Este, come è nata l’idea di scrivere questo libro?
È la pubblicazione della mia tesi di laurea magistrale presso l’Archivio Estense qualche anno fa.

Quale è stato lo scopo di questo libro?
Ho voluto ricostruire la cappella musicale di Ippolito d’Este che aveva una corte e pertanto la musica corredava la sua immagine pubblica. Ippolito era membro della famiglia d’Este che era la più nota nel campo artistico e musicale.

Come ha svolto il suo lavoro per poi arrivare alla stesura?
È stato un lavoro d’archivio, e ho voluto studiare i documenti relativi alle spese musicali da cui ho potuto ricavare i nomi dei musicisti al suo servizio. Ho voluto inoltre confrontare il suo mecenatismo in vari campi.

Che ruolo avevano i musicisti in quel periodo?
Avevano un ruolo vario, facevano concerti ed erano coinvolti nell’arruolamento dei musicisti e la musica veniva interpretata come insegnamento . Ippolito aveva tante corti e in ogni luogo vi era un musicista e quello che lo caratterizza è il ponte fra le tradizioni varie.

Claudia Crocchianti

Claudia Crocchianti

Giornalista pubblicista e scrittrice