La Bustaia La terza indagine di Nunziata – Donatella Paradisi

Dicembre 1846, Roma vive un momento di entusiasmo per l’elezione di Pio IX e una devastazione si abbatte sulla città a causa di una spaventosa alluvione che fa straripare il Tevere. 

Dal fiume riaffiorano i corpi delle vittime e la popolazione è in preda alla disperazione. 
È questa l’ambientazione de La Bustaia La terza indagine di Nunziata, terzo romanzo giallo del ciclo Le indagini di Nunziata, autrice Donatella Paradisi.

Il Natale è alle porte e nella modesta ma dignitosa casa alle falde del Gianicolo, ritroviamo Nunziata che lì abita, superate le traversie del passato, con il marito Olindo e la figliastra Lucia in una quieta serenità, caparbiamente conquistata:

La piccola famiglia sedeva intorno al tavolo apparecchiato, Olindo e Nunziata l’uno di fronte all’altra e la figlia di Olindo su uno dei lati dalla parte del focolare, visto che era lei che, oltre a preparare i pasti, si occupava di portarli in tavola e servirli al padre e alla matrigna.

 La sua realizzazione personale è completata dall’ attività di cucitrice di corsetti. 

La città è avvolta da una nube incessante di pioggia e l’acqua sommerge la città. Regna lo sconforto  più cupo quando il Tevere restituisce i corpi delle vittime. 

In questo scenario catastrofico un impenetrabile  mistero avvolge una delle famiglie più potenti della Roma dei Papi. Si intrecciano le vicende di un eccentrico cardinale, di un giovane istitutore e di una nobildonna che si rifiuta di invecchiare. Con l’aiuto del carmelitano Firmino, Nunziata, mette di nuovo alla prova il suo acume arrivando a una conclusione che sorprenderà. Sullo sfondo c’è sempre Roma, maestosa e tormentata, con le sue chiese, le piazze, le misere casette e i palazzi fastosi in cui le piccole e grandi storie dei protagonisti si sviluppano tra grandezza e meschinità. 

In questa Opera, l’autrice, stretta tra le esigenze del rigore storico e quella della fascinazione narrativa, riesce a muoversi libera dando vita a una caratterizzazione originale e di grande respiro. 

Il linguaggio è rigoroso ma anche ricercato e poetico. Le descrizioni sono pittoriche: i personaggi e le azioni si possono osservare nel loro divenire complesso e luminoso. Le immagini dei luoghi sono curate in ogni dettaglio a completamento dei fatti narrati. La bustaia non è solo un giallo è anche umanità e sentimenti, è in grado di restituirci la profonda, immutabile e convulsa bellezza di Roma. 

La Parisi è riuscita a trasmettere al lettore le vibrazioni del suo cuore nei confronti di una città che ama e alla quale ha dedicato questo Giallo imperdibile.

La Bustaia La terza indagine di Nunziata
Donatella Paradisi
Fila37, 25 settembre 2019
Pagine 290
Prezzo € 15,00

Avatar

Maria Franze'

Author