Intervista ad Antonello Di Tomassi

In quest’intervista Antonello Di Tomassi parla della sua autobiografia e di un momento doloroso della sua vita.

Come è nata l’idea di scriver il libro La mia Fenice?
Ho iniziato a scrivere trenta, quaranta pagine nel 2004 piano piano come sfogo delle mie emozioni, poi l’ho ripreso e finito nel 2012 e trovato un editore per rendere a tutti pubblica la mia autobiografia. Scrivere questo libro è stato come dare un equilibrio alla mia vita e e riprendermi qualcosa che mi era stato tolto. 

Un libro a cui è più legato?
Il vecchio e il mare e il Barone rampante. Prediligo la lettura dei classici.

Tre aggettivi per descriversi?
Tenace, sorridente e leale.

Prossimi progetti?
Un libro più tecnico su un progetto che riguarda  società Nelson & Company Srl di cui sono presidente dove parlo in terza persona e che non è ancora stato editato.

Claudia Crocchianti

Claudia Crocchianti

Giornalista pubblicista e scrittrice