Il risveglio – Maria Franzé

La solitudine è noto aggettivo nella vita dell’uomo. Ma sa esserlo ancor più nella vita della donna. Perché è quest’ultima che ha dovuto lottare in passato (e tuttora) per liberarsi dalla sottomissione e dalle scelte prese al proprio posto. Nel testo in questione Maria Franzé delinea il ritratto della donna di oggi, che vive una solitudine interiore, e che riuscirà a liberarsene soltanto con coraggio e fiducia grazie anche alle storie del passato, di figure che hanno sofferto e che le insegnano a seguire i propri sogni e svincolarsi dalla subdola prigione interiore.

Non solo quindi un mondo apparentemente perfetto, con un matrimonio, una bella casa, amici e compagnia bella. Ma anche tutto quello che la società impone, la vita parallela davanti a un messenger, e ciò di cui ci si vergogna nella società dell’apparire.

Il filo conduttore sembra la sofferenza, che nasce dall’infanzia e muore nell’età adulta. Un dolore commovente, che fa paura e, per chi legge, da allontanare. Un male che però si trasforma in libertà per fortuna.

Quello che davvero conta è la propria personalità, prosciolta dai canoni predefiniti anche a costo di perdere tutto. L’essenziale è svegliarsi, non importa quando.

Il risveglio
Maria Franzé
Il Filo
Pagine 65
Prezzo di copertina € 13,00

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist