Il giovane Holden – Jerome D. Salinger

 

Holden è un ragazzo ribelle, che non ama studiare. Sembra che viva la sua vita con superficialità, e nello stesso tempo è tanto legato alla sua piccola sorellina. La scuola è l’ultimo dei suoi pensieri, mentre la famiglia è decisamente assente.

Nel suo percorso esistenziale incontra diverse persone, che in qualche modo gli hanno donato qualcosa, insieme a un po’ di esperienza.

L’anticonformismo degli anni ‘50 oggi sembra la regola comune a molti, e Holden sembra rappresentare uno di quelli che sanno vivere come decidono, senza condizionamenti né da amici né da insegnanti: un testardo coraggioso che andrebbe da solo in capo al mondo e che vuole mettere al bando perbenismo e ipocrisia.

Però anche in uno come lui prevalgono gli affetti; si scatenano carenze e mancanze proprio quando decide di fare il gran passo. Gli unici veri amici sembrano gli autori dei libri che legge, i soli che vorrebbe chiamare al telefono ogni volta che gli gira.

Così, dopo tutto un suo vagare senza mai arrivare alla meta, con ironia e malinconia dei perdenti, al pubblico che lo ha seguito regala un precetto: «Non raccontate mai niente a nessuno. Se lo fate, finisce che sentite la mancanza di tutti». In sostanza: è il passato che ci forma, di qualunque natura esso sia.

Il giovane Holden
Jerome D. Salinger
Einaudi
Pagine 248
Prezzo di copertina € 13,80

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist