Quando cala il buio – Massimiliano Bellezza

 

 

Cinque ragazzi dalle diverse personalità, i cui caratteri talvolta si scontrano talaltra si incontrano, sono alle prese con qualcosa di emozionante e nello stesso tempo di cupo e irreale. Un uomo, un serial killer dal passato spaventoso, è in cerca di vendicare se stesso e la sua interiorità. Tanti bambini scomparsi e poi ritrovati morti in un luogo comune.
Un intreccio dal ritmo incalzante è Quando cala il buio di Massimiliano Bellezza: dove il protagonista è proprio il buio, quello di cui tutti almeno una volta nella vita abbiamo avuto paura, quello stesso che i bambini scacciano e gli adulti non sempre sono capaci di affrontare.

I suoi occhi, ad un certo punto, si fermano inchiodati su ciò che vede impresso sulla parete in fondo. È una scritta. Lo stomaco gli si stringe. Rimane immobile per qualche attimo, non più pervaso dalle adrenaliniche gioviali emozioni di prima, bensì da ben altre: la paura adesso si sta diffondendo in lui ed è l’unica cosa che avverte.

L’autore in questo libro dal finale leggermente amaro – che lascia, però, sottintendere un seguito –, ricalca i racconti del terrore che da piccoli ci incuriosivano e nello stesso tempo ci impaurivano, scatenando brivido, angoscia e ansia.

Il corridoio buio del primo piano viene illuminato da una piccola luce. Il ghigno di un essere privo di emozioni, un sadico sessuale, si ode basso ma ugualmente terrificante mentre l’uomo famelico di sangue umano, con lo sguardo ispeziona l’andito davanti a sé.
La sua caccia continua.

Un thriller americano ambientato a Salem, nell’Oregon settentrionale, che incuriosisce il lettore dalla prima all’ultima riga, dove sangue e incubi potrebbero continuare anche oltre e dopo la lettura…

 

 

Quando cala il buio
Massimiliano Bellezza
Butterfly edizioni, 2012
Pagine 98
Prezzo di copertina € 9,90

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist