Perché non sono un sasso – Gianni Agostinelli

Questo è un romanzo che racconta la quotidianità dei nostri giorni. Il protagonista è Matteo Gemmi che scegli di lasciare la facoltà di Filosofia e cercare un lavoro, ma lo fa passando da un’occupazione a un’altra. Un ragazzo che ancora non sa cosa fare del futuro, con tante incertezze e pochi soldi in tasca. Gianni Agostinelli, con il suo Perché non sono un sasso, che abbiamo intervistato qualche tempo fa, racconta della generazione odierna, con dei sogni nel cassetto ma con tante difficoltà da affrontare.

Non mi sono mai laureato in Filosofia, mi mancano sette esami e mi sono ritirato ufficialmente dall’università il giorno del mio trentunesimo compleanno.

Proprio mentre fa questo capisce che ama curiosare la gente normale, quella che si sposa, fa un mutuo e durante questo percorso incontra l’anziano signor Alunni, in un bar, che lo guiderà in esperienze ai limiti del parossismo, e forse anche verso una svolta decisiva. Un romanzo che racconta la superficialità nei sentimenti delle persone comuni e, soprattuto, vi è una critica verso la televisione.

Mi volto e stiro la schiena per vedere cosa succede alle mie spalle.

Matteo, dopo varie vicissitudini, scoprirà la sua strada, e saprà apprezzare quello che la vita alla fine gli ha dato.

Perché non sono un sasso
Gianni Agostinelli
Del Vecchio Editore, 2015
Pagine 174
Prezzo di copertina € 14,00

 

Claudia Crocchianti

Claudia Crocchianti

Giornalista pubblicista e scrittrice