Parole dalla quiete – Eckhart Tolle

Siediti e non fare nulla. Soltanto respira. Metti da parte il lavoro, i pensieri, le preoccupazioni e rimani nell’ascolto del Silenzio. Riesci a farlo?
Perché sei sempre attivo in ogni cosa che “decidi” di fare e non riesci a non pensare a nulla? Perché nessuno ti ha educato all’ascolto del Silenzio e per questa ragione hai bisogno di educarti a quello Spazio che viene chiamato da sempre, da tutti i grandi Maestri, Silenzio, o anche Vuoto. Perché dovresti averne bisogno? Credo che questa sia una domanda molto importante che spero tu ponga a te stesso. È dalle più semplici domande che si può giungere a risposte inaspettate, sorprendenti, capaci di cambiare finanche il percorso della propria vita.

Oggi siamo bombardati da argomenti che parlano di spiritualità, così come di persone che credono che basti avere un buon bagaglio di informazioni e nozioni per proporsi ed esibirsi come guru o maestri spirituali. Ma non è esattamente così. Non basta studiare la Spiritualità per essere persone spirituali, perché tutti lo siamo da sempre, per nostra natura. La Spiritualità non è qualcosa d’altro da noi, non è lontana da noi, al contrario è in noi, è tutto ciò che siamo con ogni cosa esistente e non che ci circonda, nel visibile e nell’invisibile.

Alcuni uomini nascono con il meraviglioso “compito” di aiutare gli altri nella loro crescita. Uno tra questi è certamente Eckhart Tolle, che non ha bisogno di presentazioni poiché è conosciuto e amatissimo in tutto il mondo. Parole dalla quiete, di My Life edizioni, è uno dei suoi “incontri” in cui traspare l’essenza che alberga nelle sue parole e l’autentica semplicità dell’Essere, che l’uomo ha necessariamente bisogno di ritrovare e di cui nutrirsi come «pane quotidiano».

Con un linguaggio genuino, l’autore riesce a trasmetterci verità che non possono rimanere in un cantuccio come cose di “poca, o secondaria importanza”. Con un dire umile e amorevole, proprio dei grandi Maestri, Tolle ci “parla” del Silenzio e della Quiete, ci trasporta al di là della mente per mostrarci l’ego e consapevolizzarci sulle sue dinamiche, accompagnandoci per mano verso i passi di un cammino che vuole portarci nell’accettazione e nella resa, stati interiori che non rappresentano la rassegnazione, bensì la nobile conquista di qualcosa di più grande, che apre il cuore al momento presente e all’importanza della Presenza in ogni momento quotidiano della nostra vita.

«L’ego ha bisogno di essere in conflitto con qualcosa o con qualcuno. Questo spiega perché state cercando la pace, la gioia e l’amore ma non potete poi tollerarli per molto. Dite di volere la felicità ma siete dipendenti dall’infelicità».

Parla della morte come compagna della vita, senza cui non potremmo esistere, trasmettendoci che l’unica vera morte è la morte dell’ego, della nostra densa personalità. Così nasce spontaneamente la domanda “Chi sono io?” in rapporto alla Natura, alle mie esperienze di vita, alle mie relazioni.

«Non sono né i miei pensieri, né le mie emozioni, né le mie percezioni sensoriali, né le mie esperienze. Io non sono il contenuto della mia vita. Sono lo spazio nel quale tutto si produce. Sono la coscienza. Sono il presente. Sono».

Tolle comprende con estrema sensibilità le problematiche umane e con altrettanta delicatezza riesce a far sorridere i lettori, o i suoi interlocutori, con un fare gentilmente ironico, che vuole portare l’attenzione sull’ego e sul suo volersi pavoneggiare a tutti i costi. Egli stesso è nato per la seconda volta alla Vita attraverso una profondissima depressione, gestazione sofferta di un miracoloso parto, vivendo in prima persona gli effetti negativi della mente. La sua straziante malattia è stata, dunque, un mezzo viatico verso la conoscenza del suo più vero e profondo Sé, del quale da anni ci fa dono.

Questo piccolo testo è, quindi, una guida spirituale su ciò che viene definito illuminazione e racchiude in sé il naturale potere degli insegnamenti che vivono e si tramandano grazie alla sacralità di cuori cristallini.

Chiudiamo questa recensione con una frase tanto semplice quanto profonda, che dice: «Avrete bisogno di tempo fino a che comprenderete che non avete bisogno di tempo per essere chi siete».

 

Parole dalla quiete
Eckhart Tolle
My Life edizioni, 2005
Pagine 114
Prezzo € 12,90