Io e le stelle – Viviana Queirolo Bertoglio

Da sempre l’uomo si sente attratto e affascinato dal cielo stellato, da quei puntini di luce che brillano e pulsano nel blu della notte. È sempre esistito ed esiste sempre questo profondo sentimento, questo elevato senso di appartenenza con i corpi celesti. Basta pensare all’architettura sacra presente su tutto il pianeta, edificata per mantenere una costante comunicazione con le stelle, o anche leggere testi antichi, tra i quali i testi sacri, per ritrovare verità eterne che abbiamo avuto sempre sotto i nostri occhi.

Fin da tempi antichi vi è uno stretto legame con tutto ciò che vive e si muove in uno spazio-tempo apparentemente distante da noi e proprio dal bisogno di comprendere, di codificare, di interpretare i messaggi del cielo, è nata l’Astrologia, il cui termine significa “discorso degli astri”, il loro raccontare, il loro parlare, che è in realtà un suonare la ciclica danza dello zodiaco durante l’anno solare; ne deriva, quindi, che essa è lo studio delle stelle, se anche, personalmente, preferisco definirla l’arte delle stelle.

L’Astrologia ha più di 5.000 anni di vita e, per conseguenza evolutiva, ne costituisce numerosi tipi, tra i quali l’Astrosofia, ossia “la saggezza degli astri”.

Avvicinandomi a quest’ultima, ho avuto il piacere di leggere “Io e le stelle”, scritto da Viviana Queirolo Bertoglio, astrosofa, astrologa e life coach, che introduce il metodo astrosofico, integrato da esercizi semplici. Con questo libro l’autrice ha voluto creare un manuale rivolto ai principianti e iniziati, scritto con semplicità e chiarezza di linguaggio, che si propone di soddisfare le domande umane più ricorrenti e importanti, per esempio, quali sono i miei talenti?, a quale tipo psicologico appartengo?, come posso scoprire la mia parte in ombra?, e altre ancora, fino a entrare – passo per passo – in temi più profondi che riguardano la propria missione di vita e la compatibilità con gli altri a più livelli (della personalità, dell’anima e dello spirito). Un testo, quindi, che può essere un viaggio verso la scoperta di se stessi, verso la ricerca di quella comprensione che ci pone ineffabilmente l’uno di fronte all’altro per offrirci la possibilità di riflettere ciò che siamo.

L’Astrosofia – scrive l’autrice – «è una nuova astrologia che integra le tecniche occidentali con le filosofie orientali, secondo le intuizioni e le sperimentazioni trentennali del suo ideatore, Fabrizio Mariotti».

Una disciplina, dunque, che offre gli strumenti necessari per esaminare i vari aspetti della vita e il verificarsi degli eventi. Mi piace immaginare che sia un ritrovarsi con la propria famiglia d’origine, che vuole accompagnarci più profondamente verso la nostra vera natura.

Grazie all’interpretazione analogica della simbologia creata dall’Universo, si può imparare a vedere, a sentire e a seguire le proprie intuizioni, ad avere un dialogo più spontaneo con la nostra anima, fino a raggiungere un senso più autentico e alto di ciò che siamo e del perché viviamo questa vita, ricordando che l’Intelligenza non separa ciò che è unito, ma aiuta a liberare ciò che vuole avanzare. E poiché l’Intelligenza è compagna dell’Amore, pulsa la sua vera Luce nelle stelle per permetterci di vederla.

Io e le stelle. Introduzione al metodo astrosofico di Fabrizio Mariotti
Viviana Queirolo Bertoglio
Phedros, 2018
Pagine 108
Prezzo € 19,00

Monica Murano

Monica Murano

Giornalista e poetessa