Mary si veste come le pare – Keith Negley

Alla continua ricerca di storie educative da proporre ai più piccoli, mi sono imbattuta in un libro illustrato davvero ricco di significati. Si tratta di Mary si veste come le pare dell’autore e illustratore americano, quotatissimo, Keith Negley. Nonostante la giovane età, un maestro nell’esprimere gli stati d’animo e un fautore del principio che si debba sempre rimanere fedeli a se stessi.

Grazie alla casa editrice la Margherita, che ha pubblicato questo piccolo capolavoro nel gennaio 2020, ci è dato conoscere la storia di Mary Edwards Walker, una delle prime donne a indossare i pantaloni in un’epoca in cui c’era l’assoluto divieto. Nell’Ottocento – in America come nel resto del mondo – il genere femminile era obbligato a portare le gonne. Indumenti scomodi, che penalizzavano nei movimenti, seppure terribilmente pesanti. La praticità e l’igiene dei calzoni era loro bandita, salvo per chi si ribellava con coraggio, come ha fatto Mary. Quest’ultima, ha potuto contare sull’appoggio dei suoi genitori, persone fortunatamente di larghe vedute.

Mary Edwards era nata nel 1832 nello stato di New York. Già da piccola aveva sviluppato quel forte senso d’indipendenza che viene evidenziato nel libro.

Io non indosso abiti da uomo, io indosso semplicemente i MIEI abiti.

Ha passato tutta la vita a lottare per i diritti delle donne; si è laureata in medicina e ha esercitato la professione di medico chirurgo durante la Guerra Civile, quando era considerato un “lavoro da uomo”. Ha sempre rifiutato di sottostare a regole, frutto di sciocchi pregiudizi. Nel 1865, questa figura eccezionale, ha ricevuto la Medaglia d’Onore del Congresso, ovvero la più alta onorificenza militare di quei tempi. 

E anche un po’ merito suo, quindi, se oggi le donne possono indossare ciò che vogliono. Così com’è merito di questa Collana, L’Orango Rosa, dare risalto a temi sociali di attualità.

È in occasioni come questa che vengono alla luce storie di cui si sapeva poco, che poi rimangono impresse o s’imparano senza fatica. Naturalmente, la biografia di May Edwards viene evocata per darvi risalto e perché non venga dimenticata.

Il libro in sé tratta soltanto di una bambina, Mary, che decide di andare contro tutto e tutti pur di potere indossare quel che più le piace e la conforta. Le illustrazioni sono colorate e le pagine affollate, in grado di suscitare la curiosità dei più piccoli – se ne consiglia la lettura dai 5 anni. Le frasi sono brevi e di facile comprensione.

Una storia di coraggio e ostinazione, che invita i lettori a pensare con la propria testa. Proprio come ha fatto Mary Walker tanti anni fa, sfidando le norme di genere dei suoi tempi.

Adesso come allora, chi ha l’audacia di andare al di là degli stereotipi è destinato a fare grandi cose. Ed è bello che dall’opera trapeli questo messaggio. Una lettura molto interessante, arricchente e senza dubbio consigliata.

Mary si veste come le pare
Keith Negley
La Margherita, gennaio 2020
Pagine: 48
Prezzo: € 14,00

Cristina Biolcati

Cristina Biolcati

articolista, scrittrice e poetessa