Una storia straordinaria – Diego Galdino

Conoscere Roma, essere a Roma, attraverso i cinque sensi. Questo è in estrema sintesi il nuovo romanzo di Diego Galdino, scrittore e imprenditore romano, pubblicato da Leggereditore nel febbraio 2020. Una storia straordinaria, così come indica il titolo, in realtà ricalca tutte le storie d’amore comuni, perché l’amore capita a tutti. Particolare è invece il modo in cui viene descritta dall’autore e vissuta dai protagonisti. 

Luca e Silvia (come nella canzone di Carboni degli anni Ottanta: Silvia lo sai Lo sai che Luca si buca ancora) lavorano nello stesso palazzo, ma nella prima parte del romanzo non s’incontrano mai. Sono solo la scia di un profumo dolce, in ascensore. Il volto sfumato e bagnato di pioggia, nell’ultimo vagone della metro; un frappe al gusto mandorla e caffè, preferito da entrambi, dimenticato sul bancone di un bar, dove le loro presenze si alternano e si sfiorano per il lasso di un soffio.

La loro conoscenza avviene tempo dopo, al cinema, quando la vita si è ormai interrotta per ambedue. Luca infatti è diventato cieco, mentre Silvia è stata aggredita in un parcheggio. La sicurezza è stata quindi cancellata dalla paura; l’autosufficienza seriamente minata. Eppure queste due creature si riconoscono e si uniscono, seguendo criteri che vanno ben al di là del semplice motivo contingente. Quasi fossero reduci di una vita precedente, consumata nel cercarsi. Un’unione che finalmente avviene, e di cui il lettore si compiace, perché era quel che di ineluttabile ci si attendeva. 

Il destino presto ci sorprende, mettendo sul nostro cammino persone con cui saremmo dovuti partire insieme e che invece ci ritroviamo ad aspettare seduti da qualche parte. Perché il bello di una storia d’amore banale e scontatissima non è il lieto fine, ma come ci si arriva.

Queste due anime che si completano e che ritrovano insieme la gioia di vivere, devono però passare attraverso numerose vicissitudini; Luca e Silvia testano sulla propria pelle la crudeltà di una vita che, scevra di orpelli, si rivela in tutta la sua durezza.

Forse amarsi non basta, per superare tutto, oppure sì? Lo si scopre leggendo le peripezie di questa coppia e degli altri personaggi che fanno da contorno, ciascuno con una caratterizzazione ben congegnata. Innamorati che parlano col linguaggio dell’amore, si esprimono coi testi delle canzoni ed evocano immagini attraverso paragoni coi film.

Una storia per chi crede nell’amore, quello vero e duraturo. Che sconsiglio invece a chi non è romantico, perché banalizzerebbe la sdolcinatura dei dialoghi. Peccato per loro, certo! Però credo che ogni lettore abbia un genere e che questo vada rispettato.

La cosa strana è che questa nostra immensa voglia di stare insieme è un po’ come il segno dell’infinito che parte da te e arriva a me, per ripartire da me e tornare a te…

Luca e Silvia sono la prova che anche nelle difficoltà può succederti qualcosa di bello. Incontrare l’anima gemella. Questo romanzo è quindi per noi sognatori, che ancora strenuamente ci crediamo.

Una storia straordinaria
Diego Galdino
Leggereditore, febbraio 2020
Pagine: 208
Prezzo: € 9,90

Cristina Biolcati

Cristina Biolcati

articolista, scrittrice e poetessa