Il dono delle tre fate – Rita Boini

Quante volte, da piccoli, viene ricordato di non allontanarci per evitare i pericoli. E quante volte i bambini si allontanano lo stesso! Malgrado nella quotidianità bisogna sempre obbedire ai genitori nelle favole è concesso farsi tentare dalla curiosità. È il caso del racconto di Rita Boini, Il dono delle tre fate, da poco uscito per Graphe.it che devolverà il ricavato a una casa famiglia per bambini in difficoltà di Perugia (La Meridiana di Castel del Piano).
I piccoli protagonisti della storia, dunque, si addentrano nel bosco e dopo poco si immergono in un mondo avventuroso e magico.

I bambini osservavano la vecchietta, senza annoiarsi ascoltavano le sue parole. Anche il gattone grigio sembrava ascoltasse mentre sonnecchiava accanto al focolare e nel frattempo era entrata anche l’aquila, che si era sistemata su una trave.

Poche pagine ma intense ci portano in un luogo lontano, goloso, dove i piccoli imparano tante cose grazie alle lezioni della vecchietta che incontrano: apprendono come riconoscere i tipi di patate e come tagliarle, che non bisogna mai buttare nulla di ciò che proviene dall’orto e quante meraviglie può offrire il bosco.

Avete incontrato la cattiveria dell’orco ma anche la bontà del gatto e dell’aquila. Ricordate le ore passate insieme e le cose viste e ascoltate. Noi non ci vedremo più ma il dono delle tre fate del bosco rimarrà sempre con voi.

La favola corredata da graziose immagini rappresenta la classica lezione di vita dove sul male vince il bene. I due piccoli personaggi riescono a sconfiggere anche le loro paure e portano a casa una importante lezione di vita (un dono), così come i fruitori che si sono cimentati nella lettura incantevole del brano.

 

Il dono delle tre fate
Rita Boini
Graphe.it, 2014
Pagine 12
Prezzo di copertina € 5,00

 

Maria Ausilia Gulino

Maria Ausilia Gulino

Teacher – Journalist