Dora Bruder – Patrick Modiano

Con il vuoto inizia e si chiude questo libro dello scrittore che ha vinto il Premio Nobel per la Letteratura. Il periodo della narrazione è il il 31 dicembre del 1941. Sul Paris-Soir si legge questo annuncio:

Si cercano notizie di una quindicenne di nome Dora Bruder.

A mettere l’annuncio sono i suoi stessi genitori, ebrei emigrati in Francia. Passano cinquant’anni e lo scrittore legge per caso quell’annuncio che lo porterà a voler scoprire dove si trova e soprattutto chi è Dora in una Parigi che ha vissuto appieno il suo periodo storico fino ad Auschwitz.

Il quartier di boulevard Ornano lo conosco da molto tempo. Quand’ero bambino, accompagnavo mia madre al mercato delle Pulci di Saint -Ouen.

Attraverso Modiano scopriamo una Dora ribelle che decide di seguire la sua strada, ma nello stesso tempo quel vuoto che chiude il romanzo perché di Dora non si saprà mai la verità.

Ignoreró per sempre come passava le giornate, dove si nascondeva in compagnia di chi si trovava durante l’inverno della sua prima lunga fuga e nelle poche settimane di quella primavera in cui scappò di nuovo.

Dora BruderPatrick Modiano
Guanda, 2011
Pagine 136
Prezzo € 14,50

Claudia Crocchianti

Claudia Crocchianti

Giornalista pubblicista e scrittrice